| categoria: società

Vacanze, il souvenir piú popolare é diventato il cibo

Altro che palle di vetro con la neve e sticker per il frigorifero. Il vero souvenir é il cibo. Più di un italiano su quattro (28 per cento) torna dalle vacanze con prodotti tipici come souvenir che si classificano come i preferiti nell’estate 2015. «L’acquisto di prodotti tipici come ricordo è una tendenza in rapido sviluppo favorita – spiega la Coldiretti – dal moltiplicarsi delle occasioni di valorizzazione dei prodotti locali che si è verifica nei principali luoghi di villeggiatura, con percorsi enogastronomici, città del gusto, aziende e mercati degli agricoltori di Campagna Amica, feste e sagre di ogni tipo». L’Italia , continua la Coldiretti, «può contare sul primato europeo nell’enogastronomia con 272 prodotti a denominazione di origine (Dop/Igp) riconosciuti dall’Unione, 415 vini Doc/Docg, quasi ventunmila agriturismi e oltre 6.600 fattorie dove acquistare direttamente dagli agricoltori di Campagna Amica, senza dimenticare le centinaia di città dell’olio, del vino, del pane ed i numerosi percorsi enogastronomici, feste e sagre di ogni tipo».

Ti potrebbero interessare anche:

Social Network: collante o divisore dei rapporti umani?
Naturismo in crescita, sano e familiare non è solo una moda
IL PROBLEMA/ Assistito solo un autosufficiente su tre. E gli altri
Sesso tra colleghi, è boom alle feste aziendali
Bambini confusi, no al genitore zerbino. I consigli per non fare errori educativi
Cancelliere assenteista per fare dentista abusivo, condannato



wordpress stat