| categoria: Roma e Lazio

Uccisa dal furgone: conducente indagato per omicidio colposo

È indagato per omicidio colposo Marco Pompei, il conducente del furgone che martedì in via Maria Adelaide, vicino piazza del Popolo, ha investito cinque persone uccidendo, Elena Fortuna, 59 anni, e ferendo gravemente un’altra donna. L’uomo ha detto ai vigili urbani di aver perso il controllo del mezzo a causa di un violento colpo di tosse. Le due donne erano rimaste schiacciate sotto il mezzo, sollevato da alcuni passanti per trarle in salvo. Ora la procura indaga ufficialmente l’autista del furgone: il fascicolo aperto dalla procura è affidato al pm Ilaria Calò che, come primo atto, ha disposto l’autopsia sulla vittima dell’incidente e disposto una consulenza per ricostruirne la dinamica. Pompei, 48 anni ha detto ieri ai vigili urbani di aver perso il controllo del furgone a causa di un violento colpo di tosse. A confermare tale versione, secondo quanto riferito dall’ avvocato Pablo De Luca, difensore dell’indagato, sarebbe stato anche un collega di Pompei che si trovava sul furgone. L’autista del mezzo ha riferito al proprio difensore di essere «distrutto per quanto accaduto» e che la sua vita «è cambiata».

Ti potrebbero interessare anche:

CENSIS/ Roma sempre più "single" ma con pochi ghetti
Allarme dalla Magliana a Ostiense, sono tornate le baracche dei rom
Rimozione veicoli, lavoratori protestano in Campidoglio: "Senza stipendio da luglio"
Matrimoni gay, il Tar del Lazio: «Prefetto non può annullare le trascrizioni delle nozze celebrate a...
BOX/ La sfortuna di Marino quando è "orfana" di Marino
AULA GIULIO CESARE/ Mai caduti così in basso



wordpress stat