| categoria: Dall'interno

Napoli, più polizia e carabinieri nei quartieri a rischio dopo il weekend di sangue

Arrivano in città 50 uomini del reparto Prevenzione crimine della Polizia di Stato e delle Compagnie intervento operativo dei Carabinieri. L’annuncio lo ha dato il ministro dell’Interno Angelino Alfano. Già da stasera, dunque, saranno potenziati i controlli nelle aree della città sotto il tiro della criminalità con un incremento giorno e notte alla Sanità, a Soccavo e nel rione Traiano.

Una vigilanza attiva 24 ore su 24 annunciata dal prefetto, Gerarda Pantalone, alla fine della riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza convocato in Prefettura in seguito ai fatti di sangue in città nel fine settimana.

Intanto per la squadra mobile il giovane di 17 anni ucciso all’alba di ieri, in un agguato scattato nel quartiere Sanità a Napoli, era il vero obiettivo dei sicari. Non una pallottola vagante, quindi, a sentire gli investigatori. In base agli indizi finora raccolti, è questa, al momento, l’ipotesi più accreditata.

Tornando ai provvedimenti presi per la nuova emergenza criminale, dunque, “Sanità, rione Traiano e Soccavo – ha garantito il prefetto – saranno presidiati 24 ore su 24. I primi rinforzi li abbiamo assicurati noi”.

Il sindaco Luigi de Magistris, che ha partecipato al Comitato, ha confermato: “La nostra richiesta di aiuto al governo è stata accolta: più polizia e più carabinieri, ma non l’esercito. Ho chiesto più presenza di uomini in divisa, non di militari, ma poliziotti

e carabinieri. Una presenza per tutta la città e in particolare nelle zone che destano maggiore preoccupazione in questo momento. In prima linea ci siamo tutti noi nella lotta alla camorra con attività di contrasto politico, sociale e culturale. Tutti insieme e ognuno fa la sua parte”.

“Siamo preoccupati – ha concluso il sindaco – ma con la giusta concentrazione che la Napoli migliore, che si sta riscattando, vincerà”.

Ti potrebbero interessare anche:

SCUOLA/Lega chiede test italiano per accesso bimbi stranieri
Valanghe a Bardonecchia, un morto. Sciava fuori pista. Denunciati i suoi due compagni
TARANTO/Salute e emergenza, istanza Comune a Vendola
Via il pangasio dalle tavole degli italiani: è allevato in acque inquinate
Edilizia/ Unimpresa, quasi mezzo mln di immobili in Italia sono in dissesto
Braccianti morti nel Foggiano, indagini su caporalato



wordpress stat