| categoria: Senza categoria

ALCOL/ Anche poco in gravidanza aumenta i rischi per il nascituro

Anche in piccolissime dosi l’alcol assunto in gravidanza può avere rischi per il nascituro. Lo dimostra l’ultimo studio scientifico italo-spagnolo sulla sindrome feto-alcolica, diretto da Simona Pichini dell’Istituto superiore di sanità e in pubblicazione sulla rivista ‘Clinical Chemistry and Laboratory Medicine’. Lo studio condotto su 168 coppie mamma-neonato (dell’Hospital del mar di Barcellona) dimostra che quantità modeste di alcol consumate durante tutta la gravidanza sono rilevabili sia nel capello materno che nelle prime feci neonatali.

Ti potrebbero interessare anche:

IL PUNTO/ Turchia, notte di scontri. La protesta torna a Taksim
Zingaretti ricolloca tutti gli amici rimasti senza poltrona. Poi toccherà a Montalbano?
ASSOTUTELA/ Grande spreco di risorse l'"armadio robotico" del San Camillo
Primo seggio per Jobbik in Ungheria, i neonazisti esultano
TERRORISMO/ Gabrielli, metal detector a Termini? Impensabile, passano 500mila persone al giorno
Campidoglio: piano investimenti da 727 milioni di euro in tre anni



wordpress stat