| categoria: sport

Il Napoli trema ad Empoli, poi è pari in rimonta

Il primo punto in trasferta del Napoli di Maurizio Sarri arriva proprio a Empoli dove il tecnico è esploso nelle ultime tre stagioni conquistandosi una panchina importante come quella partenopea. La stessa squadra toscana smuove per la prima volta la classifica in questa stagione proprio contro il suo vecchio maestro. Finisce 2-2 con gli ospiti che hanno raggiunto due volte i padroni di casa, rispondendo ai due vantaggi con personalità, ma mai prendendo in mano la partita. Gli azzurri campani ancora non convincono, soprattutto in difesa dove emergono in modo netto alcune lacune e certe dimenticanze che in Serie A possono costare care. Accade così al 3′ minuto di gioco quando Saponara, sì proprio il ‘figlioccio’ di Sarri, obiettivo del mercato napoletano per tutta l’estate, ha fatto capire che non ci sarebbe stato nessuno sconto per il suo mentore. Il trequartista scatta sul filo del fuorigioco e lascia per strada Maggio e gli altri della difesa campana involandosi fino all’area dove di piatto sinistro batte all’angolino lontano Reina. In panchina Sarri allarga le braccia e sugli spalti i tanti napoletani presenti al ‘Castellani’ mugugnano. Ma alla prima azione pericolosa il Napoli rimette la partita in carreggiata: è il 6′ quando Gabbiadini corre sulla sinistra, si gira e mette in mezzo per Insigne che dal cilindro fa uscire un destro da fuori area che sbatte sul palo ed entra. È la risposta che fa capire come là davanti i partenopei ci siano eccome. Ma l’Empoli sta bene e sembra tornato quello della fine della scorsa stagione, almeno a tratti. Al 18′ Pucciarelli lo riporta in vantaggio: ancora c’è lo zampino di Saponara che davanti a Reina e ai centrali pesca in area piccola il compagno di attacco che da quella posizione non può far altro che mettere dentro. Sul 2-1 il Napoli accusa, almeno mentalmente, per qualche minuto. Nel finale di primo tempo è Gabbiadini a mettere paura ai padroni di casa: la sua cavalcata al 36′ è fermata da un grande intervento di Skorupski in uscita. Nell’intervallo Sarri deve aver dato la scossa ai suoi che dopo appena cinque minuti pareggiano con Allan: dopo una combinazione con Hamsik l’assist arriva da Gabbiadini. Il pareggio è alla fine meritato e dà coraggio al Napoli. La partita a questo punto è molto aperto: all’8′ Maccarone spara sull’esterno della rete, al 16′ Insigne offre una bella palla a Higuain che di sinistro mette fuori di poco. L’Empoli cala, anche il Napoli ma la squadra di Sarri fa emergere la maggior classe. Il finale per gli ospiti è in crescendo e gli azzurri cercano di tenere. L’ultima azione arriva nel corso del 50′ minuto di gioco: Hamsik tira da fuori area, Skorupski para benissimo. In pratica salva il pareggio e fa imprecare le migliaia di partenopei.

Ti potrebbero interessare anche:

Il Genoa vede l'Europa, il Parma stavolta non passa
Sporchi e cattivi, da Vidal a Neymar, è Coppa America
CALCIO/ La Roma cerca subito il riscatto con il Crotone. Spalletti, panchina corta
Totti rimedia, assist a Spalletti: "con lui sintonia totale"
Tris della Roma al Sassuolo, si riprende il secondo posto
La Roma vince anche a Firenze, 4-2



wordpress stat