| categoria: Dall'interno

Maltempo, Genova in stato d’allarme: rinviata la partita Sampdoria-Bologna. Si gioca domani

La Protezione Civile della Regione Liguria ha trasformato lo stato di Allerta 1 in vigore dalla mezzanotte di ieri, in Allerta 2, quello massimo, fino alle 6 di domani.
Per motivi di sicurezza la partita Sampdoria-Bologna, fissata per le 15, è stata rinviata. La Lega calcio di Serie A ha comunicato che la partita si disputerà domani, a un’ora che verrà ufficializzata nel primo pomeriggio di oggi. Con l’elevazione dell’allerta da 1 a 2 da parte della protezione civile della Liguria anche tutte le manifestazioni sono state rinviate. Oltre alla partita Samp-Bologna, tra le altre a Camogli è stata annullata la quarta giornata del Festival della Comunicazione che prevedeva incontri con Umberto Eco e Uto Ughi. Chiuso l’Oktoberfest a Genova e con tutta probabilità sarà rinviata anche la finale dell’Aon Open Challenge di tennis.
Liguria. La pioggia intensa che sta cadendo in queste ore sulla Liguria ha provocato allagamenti tra il bivio A7/A10 Genova-Ventimiglia e il bivio A7/A12 Genova-Livorno. Allagamenti tra Genova Bolzaneto e il bivio A7/A12 Genova-Livorno. Autostrade segnala anche una coda tra Varazze e il bivio A10/A26 Trafori per traffico intenso.

Frane nell’imperiese a causa della pioggia. Fango e detriti sono scivolati lungo la strada Provinciale 548 della Valle Argentina. A Badalucco sul versante di una collina investita nei giorni scorsi da un incendio che ha distrutto la vegetazione, ha ceduto il muro di recinzione di una villa. La frana ha ostruito per una ventina di minuti la strada sottostante, poi i detriti sono stati rimossi.

La metropolitana a Genova durante lo stato di allerta 2, emesso dalla Protezione Civile della Regione Liguria fino alle 60 di lunedì 14 settembre, è in servizio solo sulla tratta Brin-De Ferrari. Chiusa la stazione Brignole come previsto in allerta meteo 2 idrologica.

L’allerta. Dunque criticità ‘rossa’ in Liguria per oggi e domani. Dopo l’allerta meteo di ieri per la perturbazione atlantica che sta interessando in queste ore l’Italia nord-occidentale, il dipartimento di Protezione Civile comunica che «in considerazione dell’evoluzione dei fenomeni meteorologici previsti e a seguito della variazione delle valutazioni della Liguria, il bollettino di criticità idraulica e idrogeologica è stato aggiornato, indicando criticità rossa per l’intera regione a esclusione dell’imperies». È utile ricordare – si legge in una nota – che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio, in particolare: la ‘criticità’ rossa’ prevede estese frane superficiali e colate rapide detritiche o di fango; possibili attivazione o riattivazione di fenomeni di instabilità dei versanti, anche profonde e di grandi dimensioni; possibile caduta massi. Ingenti ed estesi danni a edifici e centri abitati, infrastrutture, beni e servizi, sia prossimi sia distanti dai corsi d’acqua, o coinvolti da frane o da colate rapide. Grave pericolo per la pubblica incolumità.

Il Centro funzionale monitoraggio rischi naturali della Regione Lombardia, la cui attività è coordinata dall’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali, ha emesso un avviso, il numero 070, di criticità per rischio idrogeologico, idraulico e temporali forti con decorrenza immediata e fino a revoca. In particolare si conferma la moderata criticità per rischio idrogeologico e idraulico sul Nord-Ovest, la moderata criticità per rischio idrogeologico sulle Prealpi centrali, la moderata criticità per rischio temporali forti su Nord-Ovest, Pianura occidentale, Garda-Valcamonica e Prealpi centrali. Meno coinvolte dalle precipitazioni le aree di bassa pianura orientale, con lunghi momenti asciutti alternati a deboli precipitazioni. A partire dal tardo pomeriggio o nel corso della serata odierna nuova progressiva intensificazione dei fenomeni, che, tra la serata o la nottata odierna e fino alla sera di domani, lunedì 14 settembre, determineranno rovesci diffusi e intensi e temporali anche persistenti sul Nord-Ovest della regione e sulle fasce alpina e prealpina. Precipitazioni intense anche sulla fascia pedemontana e di alta pianura limitrofa. Sulle aree di pianura precipitazioni da moderate a forti fino al primo pomeriggio di domani, poi in graduale attenuazione. Dal primo pomeriggio di domani i fenomeni precipitativi tenderanno a concentrarsi sulle fasce alpina e prealpina. In conseguenza del carattere prevalentemente temporalesco delle precipitazioni previste, sommate ai quantitativi di pioggia registrati sui settori alpini e prealpini nei giorni scorsi, si suggerisce ai Presidi territoriali di prestare attenzione e un’adeguata attività di sorveglianza.

Piemonte. È allerta ‘gialla’ sul Piemonte per le forti piogge che da alcune ore interessano in particolare il Piemonte orientale e le zone al confine con la Liguria. Le precipitazioni massime al Colle San Bernardo, in provincia di Cuneo, dove nelle ultime tre ore sono caduti 77 millimetri di pioggia. In rapido aumento, secondo il Centro Funzionale della Regione Piemonte, i livelli dei torrenti in provincia di Cuneo e di Alessandria.

Ti potrebbero interessare anche:

IMMIGRAZIONE/Mille migranti salvati nelle ultime 24 ore
BRESCIA/ Quarantenne uccide fidanzata 18enne e si impicca
Diciottenne ucciso a Catanzaro, movente è debito di 10 euro
DISABILI/ Aipd, vogliamo una legge informativa sulla sindrome di Down
Gdf oscura 50 siti con quotidiani gratis
Delitto Varani, 30 anni a Manuel Foffo. Marco Prato rinviato a giudizio



wordpress stat