| categoria: Dall'interno

TERNI/ Ferito da un proiettile mentre guarda la tv, arrestato 21enne

Stava guardando la televisione, seduto sul divano di casa sua a Terni, intorno alle 15 di oggi pomeriggio, quando è stato trafitto all’emitorace sinistro da un proiettile: il colpo – hanno ricostruito nel giro di poche ore i carabinieri – è stato sparato dalla pistola che un giovane di 21 anni, del posto, stava maneggiando sul terrazzo del palazzo di fronte alla palazzina del ferito. Il colpo sarebbe partito in maniera accidentale: il giovane è stato comunque arrestato per tentativo di omicidio. Il ferito, un 41enne ternano, è stato operato per alcune ore in ospedale e per lui resta la riserva di prognosi. A soccorrere l’uomo ferito (la pallottola avrebbe sfiorato il polmone sinistro) è stata la moglie, che al momento dello sparo si trovava in un’altra stanza della palazzina di via Omega, in località Gabelletta, dove abita la coppia. I carabinieri hanno prima di tutto compiuto una veloce perizia sulla possibile traiettoria seguita dalla pallottola, individuando il quarto piano nel palazzo di fronte alla palazzina come il luogo da dove poteva essere partito il colpo. Nell’edificio è stato poi controllato e fermato – come detto – un giovane di 21 anni (già noto alle forze di polizia): aveva con sè una pistola calibro 7,65 detenuta illegalmente. Portato in caserma (il pm che conduce l’inchiesta è Elisabetta Massini), ai carabinieri – secondo quanto si è appreso – avrebbe detto che il colpo sarebbe partito in maniera del tutto accidentale dall’arma che stava maneggiando sul terrazzo di casa. Gli inquirenti avrebbero anche appurato che tra il 21enne e il ferito non ci sarebbe alcun rapporto di conoscenza o di altro tipo e questo escluderebbe motivazioni diverse da quella accidentale per il colpo sparato. A provarlo, anche la traiettoria seguita dalla pallottola, che prima ha forato una persiana abbassata della palazzina del ferito, poi il montante di una porta, per finire la propria corsa nella spalla sinistra del 41enne. L’attenzione degli investigatori dell’Arma, oltre che sulla ricostruzione esatta di quanto avvenuto, è puntata anche sulla provenienza della pistola e sul perchè il giovane arrestato l’avesse con sè.

Ti potrebbero interessare anche:

Napoli, più polizia e carabinieri nei quartieri a rischio dopo il weekend di sangue
Un altro caso Casamonica a Torino? In centinaia al funerale del capo rom
Il Papa, poveri al centro, non è assistenza sociale nè politica
Istat: una famiglia su 3 senza Internet a casa
MALTEMPO: SULLE DOLOMITI FINO AD 85 CM NEVE FRESCA A CORTINA
Coronavirus, perquisizioni al Trivulzio



wordpress stat