| categoria: attualità

Ue: via libera alla «fase due», forza militare contro gli scafisti

Oggi a Bruxelles è il giorno del vertice dei ministri degli Interni e della Giustizia dei 28 Paesi Ue. Sul tappeto, il pacchetto di proposte presentate dal presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker, il nove settembre scorso. Tra le prime misure, l’Unione europea ha ufficialmente approvato i piani per permettere alle forze navali di contrastare gli scafisti nel Mediterraneo in acque internazionali, sequestrando e – se necessario – distruggendo le barche. In tal modo, è scritto in una nota Ue, potranno essere effettuati «abbordaggi, perquisizioni, sequestri e dirottamenti» dei barconi. Solo in acque internazionali: operazioni in acque libiche potranno essere fatte soltanto con il via libera del governo di unità nazionale di quel paese e dell’Onu.

I 28 hanno dunque dato il via libera formale per l’avvio della “fase 2” della missione navale EuNavFor Med che prevede l’uso della forza contro gli scafisti nel Mediterraneo. La proposta è passata come “punto A” (“senza discussione”) nel Consiglio Affari Generali. L’operatività è prevista entro i primi di ottobre.

Nuova stima: attesi un milione di profughi in Germania
Circa un milione nel 2015. È questa l’aspettativa sull’arrivo dei migranti in Germania, espressa dal vicecancelliere Sigmar Gabriel. Lo scrive l’agenzia di stampa tedesca Dpa citando una lettera scritta dal vicecancelliere ai colleghi dell’Spd. Le stime finora si fermavano a 800 mila richiedenti asilo. La pressione delle decine di migliaia di profughi giunti a Monaco di Baviera negli ultimi giorni ha convinto ieri pomeriggio il governo tedesco a tornare sui propri passi, con l’introduzione di controlli ai confini con l’Austria. La retromarcia è stata annunciata dal ministero degli Interni di Berlino per arginare l’imponente afflusso di rifugiati. Sono 19.100 i migranti arrivati nel week-end a Monaco di Baviera. Secondo queste stime nella giornata di ieri sono giunti nel capoluogo del Land del sud 7.100 persone. Stamattina le ferrovie tedesche hanno ripreso a funzionare normalmente dalla frontiera austriaca.

Ti potrebbero interessare anche:

CAMORRA/ Maxi-operazione delle forze dell'ordine: 90 arresti e sequestri per 250 milioni di euro
Immigrati, oltre 70 corpi nel tir trovato in Austria
Caso Cucchi, la solidarietà dei tifosi della Roma
Lancia il figlio dalla finestra per salvarlo dalle fiamme. Miracolosamente viene preso al volo
PRIMO PIANO/ Disastro mascherine. Ma non solo
Mafia, maxi blitz nel feudo di Messina Denaro: 13 arresti



wordpress stat