| categoria: sanità, Senza categoria

Da flussi pazienti a liste d’attesa, Lombardia-Liguria lavorano in tandem

Monitorare i flussi dei pazienti tra le strutture sanitarie di Lombardia e Liguria, per gestirli meglio e ridurre tempi attesa per gli esami. Sono due dei cardini su cui poggia il protocollo di collaborazione firmato oggi a Milano dal presidente della Lombardia, Roberto Maroni, e da quello della Liguria, Giovanni Toti. Una collaborazione che durerà 3 anni e che vuole rafforzare i rapporti tra le due Regioni in ambito sanitario. La finalità è «avere un miglior servizio a prezzi più bassi», dichiara Maroni in occasione della firma dell’intesa. Il governatore della Lombardia ha affermato che «il recente esempio del Niguarda e del San Matteo di Pavia dimostrano che, anche riducendo il budget, le eccellenze restano, anzi emergono», facendo riferimento al trapianto di fegato eseguito nei due ospedali lombardi, dove – per la prima volta in Italia – l’organo è stato prelevato da un paziente a cuore fermo. Sul ‘fronte ligure’ la cornice politica in cui si inserisce l’accordo tocca temi di punta della campagna elettorale del governatore, come la riduzione delle liste d’attesa e la migliore accessibilità agli ambulatori, ricorda l’assessore alla Sanità ligure Sonia Viale. «L’obiettivo comune – precisa – è mettere a disposizione le buone pratiche di entrambe le Regioni, per aiutare il cittadino a conoscere le eccellenze che ha intorno, garantendo migliori servizi a costi inferiori». L’idea, aggiunge Maroni, è «creare un’area omogenea Lombardia-Liguria dal punto di vista dell’offerta dei servizi socio-sanitari».

Ti potrebbero interessare anche:

ASL TRAPANI/ Veterinario costretto a lavorare un minuto a settimana
STIPENDI MANAGER: Conti, il mio stipendio è 45 volte la media dei compensi Enel
GRECIA/ Tsipras: accordo con i creditori vicino. Ma Berlino frena
La felicità si nasconde in un'area del cervello. Più è grande e più si è felici
Manovra, ok dalla Camera. Renzi: 30-50 euro per le pensioni più basse
Apnee notturne, epidemia silente che provoca 17mila incidenti



wordpress stat