| categoria: salute

Fumo, un italiano su quattro comincia in prima liceo

Solo in Italia, il fumo provoca 83mila vittime l’anno mentre nel mondo si stima uccida ben 6 mln di persone. In Italia, i fumatori sono 10 milioni e ben il 23,4% degli studenti dei primi anni delle superiori, secondo un’indagine 2014 in collaborazione con l’Università di Torino, afferma di fumare (erano il 20,7% nel 2010): quanto all’acquisto delle sigarette, il 63,9% di questi non ha ricevuto un rifiuto dall’esercente nonostante il divieto di vendita ai minori. E nonostante la legge Sirchia del 2003 per lo stop al fumo nei luoghi chiusi abbia portato a dei passi avanti, ancora molto resta da fare, anche considerando che l’80% di chi ha tentato di smettere, secondo dati Istat, ha fallito. Da qui l’iniziativa del ministero: ”Contro il fumo – ha affermato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin – ci devono essere campagne continue di sensibilizzazione. Dopo la prima campagna contro il tabagismo che seguì alla legge Sirchia del 2003 si registrò infatti una diminuzione dei fumatori, ma poi il trend ha ripreso a crescere. Oggi si accende la prima sigaretta già ad 11 anni e questo preoccupa molto”.

Ti potrebbero interessare anche:

Allarme per le gravidanze "inquinate" da sostanze chimiche
Cresce la 'passione' degli italiani per i farmaci, anche a causa delle nuove mode
Nutrizionista, si' salumi 1-2 volte la settimana ma con fibre
TUMORI/ Boom delle vacanze low cost degli anni '60 dietro l'aumento dei melanomi nei pensionati
Fda, ecstasy 'terapia rivoluzionaria' per stress post trauma
TUMORI: MIELOMA SILENTE, VERSO TEST GENETICO PER PREDIRE EVOLUZIONE



wordpress stat