| categoria: politica

Senato, oggi la riforma in Aula. Renzi convoca la direzione Pd per stanare i ribelli

image

Stamattina nell’aula del Senato approda la riforma costituzionale. Oer il ddl Boschi alla fine non c’è stato nessun rinvio in commissione, dunque. Prima la conferenza dei capigruppo, poi l’aula di Palazzo Madama hanno optato per l’accelerazione imposta dal governo. Il margine per la maggioranza, nel voto sul calendario, è stato ampio: 173 voti a favore, 3 astenuti. Tra i sì anche quelli della minoranza Pd, che ha considerato la scelta solo una questione di procedura ma mantiene intatte tutte le perplessità sul ddl Boschi. I renziani, scrive oggi Repubblica, sono convinti che nei prossimi giorni i voti ci saranno, contano su una quota di almeno 160 senatori. E per questo hanno deciso di gelare le opposizioni che cercavano di mantenere il testo in commissione. Una prova di forza che arriva dopo lo strappo della minoranza Pd, che martedì aveva deciso di abbandonare il tavolo della trattativa. E con una nuova scadenza importante all’orizzonte: la direzione Pd, convocata da Renzi per lunedì con l’intenzione di sancire la linea.

Ti potrebbero interessare anche:

Lavoro, le misure del governo per fermare l'emorragia di posti
Ad agosto Renzi sarà l'ospite d'onore al 35mo meeting di Cl
EDITORIA/ Unità, Bonifazi: si può risolvere in 120 giorni
EDITORIA/ Il Sole 24 Ore cerca soci, Angelucci è disponibile. Confindustria smentisce
Berlusconi: con Tajani 500mila posti di lavoro al sud
ASSE DI MAIO-SALVINI CONTRO BANKITALIA, ROSSI IN MIRINO



wordpress stat