| categoria: turismo

Palio di Asti, torna la corsa più antica d’Italia

Ventuno cavalli al canapo e oltre mille figuranti in costume medievale. Con l’investitura dei fantini, che oggi per la prima volta si è svolta dal balcone del municipio, Asti è pronta per il suo Palio, rievocazione medievale della corsa più antica d’Italia. Dopo l’infortunio del fantino toscano Maurizio Farnetani, in arte Bucefalo, tra i favoriti ci sono Valter Pusceddu, detto Bighino, Giovanni Atzeni, detto Tittia e Giuseppe Zedde, detto Gingillo. Tra loro potrebbe esserci, domani pomeriggio in piazza Alfieri, il successore di Andrea Mari, detto Brio, vincitore nel 2014 per il rione Santa Caterina. In attesa della corsa, la vigilia è filata via tra pronostici e ‘riti’ propiziatori. Oltre un migliaio i bambini che hanno sfilato per le vie del centro storico in costume medioevale, mentre in piazza Alfieri cavalli e fantini hanno provato il tracciato. Unico inconveniente, appunto, l’infortunio di Bucefalo, che si è visto cadere addosso il cavallo – illeso – e la cui presenza alla gara di domani è a questo punto a forte rischio. Migliaia le persone, tra cui molti turisti stranieri, che hanno affollato le vie e le piazze della città, da giorni ormai ornate con i colori degli stemmi delle antiche casate astesi. Non sono mancati gli scherzi, come quello che ha avuto come vittima il rettore del comune di Baldichieri, che si è trovato davanti a casa trecento rotoli di carta igienica. Prima della corsa, domani, la sfilata in costume storico. In programma, sempre domani, anche un presidio di protesta della Lav contro lo sfruttamento dei cavalli. Le condizioni di salute degli animali sono monitorate costantemente da un team di veterinari.

Ti potrebbero interessare anche:

ESTATE/Da Rimini a Ravenna, il biglietto del bus si compra col cellulare
Ultime pedalate estive nel Salisburghese
CARNEVALE/ Venezia, la sfilata delle "marie" inaugura l'edizione 2015
Turismo: 2 giugno sottotono a Venezia, mancano gli extraeuropei
L’arte di perdersi nel verde. Alla scoperta dei labirinti più suggestivi d’Italia
Alto Sangro: cento chilometri di piste



wordpress stat