| categoria: Roma e Lazio

GIUBILEO/ Partono le gare, dall’Anac controlli a tappeto sulle ditte

Partirà giovedì la prima gara per il Giubileo che darà il via alla riqualificazione di piazzale Ostiense e piazza di Porta San Paolo. In sequenza verranno avviate altre quattro gare che oggi hanno incassato l’ok dall’Autorità Nazionale Anticorruzione. Il presidente Raffaele Cantone nel pomeriggio ha incontrato l’assessore alla Legalità di Roma Alfonso Sabella annunciando la volontà di controlli a tappeto su tutte le ditte che potrebbero essere coinvolte nelle opere. «Non derogheremo di una virgola sulla trasparenza – la posizione di Cantone – ma dobbiamo tener conto che c’è una situazione di obiettiva urgenza». L’incognita tempo nell’organizzazione del Giubileo è dunque ben nota al presidente dell’Authority, che però nega ritardi di sorta da parte dell’Anac nel vaglio delle procedure. «Alle gare che ci sono state presentate noi abbiamo dato un ok con piccole modifiche, che sono state tutte accolte. – spiega Cantone – Con Sabella abbiamo parlato di una serie di appalti delicati – quelli del lungotevere, dove ci sono problemi di spacchettamento – e delle modalità con cui farli. È un tema che stiamo approfondendo». Inoltre «vorremmo provare a fare i controlli su tutte le ditte che sono inserite nel sistema Siproneg (quello automatico che il Comune utilizza per sorteggiare chi invitare alle gare, ndr), attraverso la sezione anticorruzione della Guardia di Finanza». Dopo i lavori a piazzale Ostiense e piazza di Porta San Paolo, partiranno anche le opere stradali in viale America, via Appia Antica, via delle Mura Latine e Viale di Porta Ardeatina e lungo i quattro itinerari giubilari. Si va dalla manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale a quella dei marciapiedi, dalla sistemazione delle caditoie alla segnaletica. «Per raggiungere l’obiettivo di concludere i lavori entro l’8 dicembre 2015 a tutte le ditte verrà chiesto di lavorare h 24 con turni di sette giorni su sette – annuncia l’assessore ai Lavori Pubblici Maurizio Pucci -. Per comune volontà dell’Anac e dell’amministrazione capitolina, i controlli non si fermeranno a quelli preventivi, come sta avvenendo in queste ore, ma proseguiranno anche dopo, sulla qualità dei lavori e sulle norme di sicurezza nei cantieri, coinvolgendo tutti i soggetti interessati. Lo start per i lavori Giubilari avviene dunque nel pieno rispetto delle regole e in totale trasparenza». E anche le attività produttive scaldano i motori per il grande evento che Roma ospiterà a partire all’8 dicembre. Con il presidente della Camera di Commercio Lorenzo Taglivanti che lancia l’idea del ‘commerciante-guidà per i pellegrini. «Il Comune realizzerà una mappa. Noi faremo in modo che gli esercizi commerciali, soprattutto quelli in prossimità dei percorsi giubilari, siano predisposti all’accoglienza, vengano pubblicizzati e siano in grado di fornire informazioni, anche in più lingue, sui programmi e gli appuntamenti del Giubileo».

Ti potrebbero interessare anche:

Da piazza del Popolo a Roma la solidarietà per Parigi
Ostia snobba le urne. Ballottaggio Di Pilla (M5S) e Picca (centrodestra)
25 aprile. Nella Tuscia si spera il tutto esaurito
RIFIUTI/ La guerra a sacchetto selvaggio, in arrivo le telecamere in otto zone della città
A ROMA STRAGE DI ALBERI, SCUOLE CHIUSE ANCHE DOMANI
EMERGENZE/ Rifiuti, un commissario per gli impianti?



wordpress stat