| categoria: sport

Al Sassuolo basta Floccari-gol, il Palermo ancora ko

Seconda sconfitta consecutiva per il Palermo che è fermo a quota 7. Sempre più in alto, invece, il Sassuolo che si arrampica al terzo posto, scavalcando Torino, Roma e Milan. È un gran gol di Floccari a far sognare, ancora, i tifosi emiliani. Ma tutta la squadra di Di Francesco ha disputato una partita quasi perfetta, compatta in difesa e sempre vispa in attacco. Non si può dire lo stesso per i rosanero apparsi involuti e poco propositivi davanti. Partita equilibrata nei primi minuti con un rapido botta e risposta. Per due volte Floccari va vicino al gol, prima con un’incursione sulla sinistra (palla sull’esterno della rete) e poi con un tiro da fuori sul quale Colombi, oggi al posto dell’infortunato Sorrentino, si fa trovare pronto. In mezzo, la conclusione alta di Rigoni, servito perfettamente da Vazquez. Partita vivace, ma poche occasioni sotto rete. Un brivido al Barbera lo regala Lazaar alla mezz’ora. Cross basso per Gilardino, la sfera finisce a Vazquez che, da due passi, non inquadra la porta. Il match si sblocca al 35′ grazie a una prodezza del solito Floccari. L’ex laziale trova una prateria al centro della difesa rosanero, avanza, dribbla e scocca un destro a incrociare. Troppo forte e preciso il tiro perché Colombi possa intervenire. Il Sassuolo prende ancora più coraggio ed è di nuovo pericoloso poco prima dell’intervallo con un altro tiro da fuori. Stavolta è Vrsaljko a provare il bolide, di poco al lato. Il Palermo prova a cambiare marcia nel secondo tempo con Trajkovski al posto di Hiljemark, lontano parente del centrocampista dirompente delle prime apparizioni. Il ritmo dei rosanero, però, rimane sempre sottotono. Centrocampo povero di idee e sempre in ritardo sul pressing del Sassuolo. Gli uomini di Di Francesco sono ancora pericolosi con Floccari al 5′. Altro destro, dopo aver ubriacato Jajalo, ma ottimo l’intervento di Colombi che tiene vivo il Palermo. La reazione dei siciliani è inconsistente, con Gilardino fuori dal gioco e Vazquez in serata negativa. Bisogna aspettare la mezz’ora per vedere un tiro in porta della squadra di Iachini. È una punizione rasoterra di Maresca che finisce comodamente tra le braccia di Consigli. Ultima emozione per un Barbera deluso.

Ti potrebbero interessare anche:

Basket Europeo, l'Italia frena: primo ko con la Slovenia
Beffa Sassuolo all'Olimpico, pari al 93mo. E la Roma frena ancora
CALCIO/ Galliani ufficializza: dal 3 gennaio Honda al Milan
COPPA ITALIA/ Scontri pre-partita a Roma, due tifosi feriti. Colpito anche un agente
Mancini si nasconde, cerchiamo di arrivare terzi
JUVE; ALTI E BASSI, ORA ALLARME CHAMPIONS



wordpress stat