| categoria: sanità

Processo di appello sulla sanitopoli abruzzese rinviato al 30 settembre

Ottaviano Del Turco, ex presidente della Regione Abruzzo

È stato aggiornato al 30 settembre prossimo il processo di appello che si è aperto questa mattina sulla cosiddetta ‘sanitopoli’ abruzzese che nel 2008 portò alla caduta della Giunta regionale di centro sinistra e all’arresto del Governatore, Ottaviano Del Turco, Assessori e consiglieri regionali, manager pubblici. Oggi l’udienza è iniziata con la costituzione delle parti e con piccole schermaglie procedurali. Fra le tante la richiesta di molti avvocati della difesa i spazi più ampi. Tra le ipotesi alternative si è ipotizzata quella di uno spazio nel tribunale di via XX settembre, la struttura danneggiata dal sisma del 6 aprile 2009 e da poco riattivata dopo le riparazioni. La seconda udienza, a quanto è stato possibile apprendere si caratterizzerà, dalla requisitoria del procuratore generale, Ettore Picardi. Nello stessa giornata sono previsti poi gli interventi delle parti civili pubbliche, la Regione, le quattro Asl, poi quelle private, le cliniche Pierangeli, Villa Serena, Villa Letizia, Spatocco. Secondo il calendario già definito una delle udienze più attese è quella del 30 ottobre prossimo quando parlerà l’avvocato Giuliano Milia a cui è affidata la difesa non solo di Del Turco ma anche di Lamberto Quarta e Camillo Cesarone rispettivamente ex Sottosegretario alla Presidenza della Presidenza della Regione e Capogruppo in Consiglio regionale del Pd.

Ti potrebbero interessare anche:

Niente ticket sul 70% di ricette per esami e visite. Al sud si sfiora il 90%
Sangue infetto, la Lorenzin promette cento milioni di indennizzi
Epatite C, l'Aifa autorizza un nuovo farmaco per pazienti gravi
Allergie alimentari, quella alle pesche causa principale nel Sud Italia con il 9,5% di incidenza
CURE E FARMACI,RISPARMIANO IN 13 MILIONI, 539.000 RINUNCIANO
Sciopero camici bianchi, un successo, sanità bloccata



wordpress stat