| categoria: sanità Lazio, Senza categoria

“A Villa Aurora lavoratori senza stipendio da 5 mesi: situazione insostenibile”

“Senza stipendio da cinque mesi” e in “condizioni organizzative improvvisate”. Denunciano una situazione “insostenibile” i sindacati Fp Cgil Roma Nord Civitavecchia e la Cisl Fp Roma Capitale Rieti per i lavoratori della clinica Villa Aurora di via Mattia Battistini 44, struttura convenzionata con il servizio sanitario regionale. “La proprietà si dibatte da anni in una profonda crisi economica che negli ultimi tempi si è fatta sempre più grave e difficilmente gestibile procedendo con una serie di licenziamenti indiscriminati” scrivono in un comunicato Antonio Amantini (Cgil) e Tarek Kesh Kesh (Cisl).

I due sindacalisti delineano una situazione allarmante. “Negli ultimi giorni i lavoratori si sono trovati nella situazione di non poter entrare durante l’orario effettivo di lavoro, nella struttura, poichè la proprietà ha provveduto a cambiare tutte le serrature dell’entrata, ed i lavoratori si sono trovati costretti a far intervenire le forze dell’ordine per poter svolgere il proprio lavoro” raccontano.
Il dito è puntato verso la Regione Lazio. “Va evidenziato che sono state inoltrate numerose segnalazioni e richieste finalizzate alla risoluzione del problema di ‘Villa Aurora’, ma in nessun caso si è rispettato l’impegno preso gettando nella disperazione i lavoratori, le loro famiglie e i loro bambini, che da mesi manifestano con un presidio statico davanti alla struttura. Crediamo sia inconcepibile il ‘Silenzio assordante’ della Regione Lazio e dei suoi più alti rappresentanti di fronte a problemi di imponente portata Sociale”.

Ti potrebbero interessare anche:

Nuovo test per la diagnosi prenatale. Poco invasivo, rileva le anomalie cromosomiche più frequenti
MO/ Kerry a Roma per rilanciare i negoziati, incontro con Letta e Bonino
Via libera a decreto legge sulle droghe. Resta distinzione tra leggere e pesanti
Spallanzani, riduzione per l'emodialisi. "Ennesimo smacco per i malati renali"
Muro di Berlino, 25 anni fa cambiava la storia
Draghi: «Ripresa più lenta, Qe almeno fino a marzo»



wordpress stat