| categoria: esteri

Nablus, due israeliani uccisi in attacco terroristico

A poche ore dal discorso del premier Benyamin Netanyahu all’Onu, due genitori israeliani di circa 30 anni sono stati crivellati di colpi in «un attacco terroristico» mentre erano nella loro auto non lontano da Nablus in Cisgiordania. A bordo del veicolo c’erano anche i loro quattro figli: il più piccolo di 4 mesi, gli altri tra i 4 e i 9 anni. Tutti sono rimasti illesi nonostante i colpi indirizzati verso l’automezzo. La zona dell’uccisione è quella tra i due insediamenti di Alon Moreh e Itamar in Cisgiordania, già luogo nei mesi scorsi di altri incidenti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’auto che portava la famiglia è stata attaccata poco dopo le 21 (ora locale) da uno o forse due terroristi che hanno sparato numerosi colpi di pistola e sembra anche di fucile. Gli aggressori, secondo i media, sono poi fuggiti a bordo di una macchina verso il vicino villaggio palestinese. Entrambe le vittime, secondo i medici accorsi sul posto, sono state colpite varie volte nella parte superiore del corpo e per loro non c’è stato nulla da fare. L’esercito sta setacciando l’intera zona nel tentativo di trovare i responsabili di quello che i media definiscono «un omicidio orrendo». «È stata una scena molto difficile – ha detto Boaz Malka, un paramedico del servizio di soccorso, citato dai media – Abbiamo visto un veicolo nel mezzo della strada e un uomo sulla trentina steso accanto al mezzo con ferite nella parte superiore del corpo. Dentro l’auto era seduta una donna, anche lei sulla trentina, con molte e gravi ferite nella stessa parte del corpo. Non davano segni di vita e siamo stati sfortunatamente costretti a dichiararli morti». L’area dove è avvenuto l’attacco ha visto di recente analoghi episodi: il mese scorso colpi sono stati sparati in direzione di un’altra auto israeliana, così come altri la settimana scorsa verso un’altra vettura. Il portavoce militare israeliano ha definito l’ attacco «terroristico» e Hamas, citato dai media israeliani da Gaza, ha lodato l’attacco da parte della «resistenza palestinese». Dal canto loro il ministro della cultura Miri Regev e quello dell’agricoltura Uri Ariel, entrambi di destra, hanno addossato la responsabilità dell’accaduto all’istigazione da parte del presidente palestinese Abu Mazen: «A distanza di 24 ore dal suo discorso all’Onu – ha detto la prima – marito e moglie sono stati uccisi in Israele». Ariel ha invocato l’occupazione della zona C dei territori. Il ministro dell’educazione Naftali Bennett, anche lui di destra, ha sottolineato che «la chiamata alle armi» fatta da Abu Mazen nel suo intervento «è stata raccolta stasera».

Ti potrebbero interessare anche:

Putin vara la legge anti-gay: vietato anche parlarne
Usa:presto Caroline Kennedy ambasciatore a Tokyo
Slovenia e Croazia verso la chiusura dei confini dopo l'Austria
USA/ Non è finita, ancora poliziotti-bersaglio
Usa: sparatoria in night club in Florida, uccisa una star del basket
Francia; scontri fuori da comizio Le Pen, aggredito deputato



wordpress stat