| categoria: sport

Verona-Chievo, derby in equilibrio, un punto che accontenta tutti

Il colpo di testa di Lucas Castro riacciuffa quello di Eros Pisano. È il derby di Verona finisce senza vinti o vincitori. Un punto che soddisfa maggiormente un Verona incerottato, privi di giocatori dal calibro di Marquez, Toni e Pazzini. All’ultimo istante, infatti, nonostante tanta speranza, nell’Hellas non c’è neppure l’ex rossonero. Mandorlini dunque deve fare di necessità virtù e stringere i denti cercando di non perdere troppo terreno in classifica. Ancora senza vittoria in campionato, ha raggiunto quota 4 punti, lasciando per ora ultimo il Bologna. Il Chievo, invece, è quasi al completo, stasera indisponibili solo Izco e Mpoku, e continua la sua marcia nelle parti nobili della classifica, raggiungendo momentaneamente al quarto posto Lazio e Sassuolo. L’inizio è bloccato, anche se dopo le scaramucce iniziali, è il Verona a mettere la testa fuori dall’uscio. La prima conclusione degna di nota è di Viviani al 15′. Rasoiata centrale, Bizzarri respinge corto e poi blocca. Poi all’improvviso Rigoni: il centrocampista decide di calciare dalla distanza. Botta centrale dai 30 metri. La palla scende all’ultimo e Rafael si piega all’indietro per smanacciare in angolo. E il portiere gialloblu si deve ripetere due minuti dopo su una conclusione dal limite di Birsa. La palla è deviata, Rafael alza sopra la traversa. Altra occasione vera per il Chievo. Delizia Birsa alla mezz’ora. Il fantasista si accende sulla trequarti e scucchiaia in area per Paloschi. Botta senza coordinazione e palla alle stelle. Ad inizio ripresa la strigliata di Mandorlini ngli spogliatoi sembra aver sortito l’effetto sperato: la prima vera occasione del secondo tempo è infatti per l’Hellas: cross di Jankovic da sinistra, ma Sala arriva tardi sul secondo palo. Altra occasione colossale sprecata dall’Hellas: assist di Hallfredsson per Gomez, che blocca male e non controlla davanti a Bizzarri. Paloschi servito da Pepe mette in difficoltà Rafael, che ferma in due tempi. Poco dopo Chievo vicinissimo al gol con un cross da sinistra di Hetemaj, che colpisce il palo. Parte il contropiede di Sala per Gomez, ma Gamberini salva all’ultimo. Il Chievo continua a spingere e con una bella azione mette in difficoltà Rafael. Ma al 25′ è il Verona ad andare in vantaggio con Pisano servito da Moras. Il terzino è in fuorigioco, ma l’arbitro lascia correre. Poco dopo è Rafael l’eroe, che salva due volte la porta, prima da Paloschi, poi da Meggiorini. Al 32′ Hetemaj a un passo dal pari di testa, ma la sua conclusione finisce alto. Al 38′ pareggio del Chievo con Castro di testa, che qualche minuto dopo tenta una doppietta, ma Rafael è attento. In chiusura tocco di Cesar e Bizzarri deve superarsi per evitare l’autorete. Finisce in parita’. Ed e’ il risultato piu’ equo.

Ti potrebbero interessare anche:

NUOTO/ Mondiali: flop della staffetta femminile. Pellegrini: ''Non ho parole''
È massima allerta per il ritorno tra Feyenoord e Roma a Rotterdam. Si teme "vendetta"
CALCIOMERCATO/ Lo sceicco stoppa Ibra, la Roma cerca Dzeko
Basket, Sassari campione d'Italia
Champions: Napoli sfiora l'impresa, pari Psg al 93'. Inter ko a Barcellona
MOTOGP: MARQUEZ, FUGA E VITTORIA. MA C'È UN SUPER ROSSI



wordpress stat