| categoria: In breve, Senza categoria

SCHEDA/ Volkswagen, lo scandalo paese per paese

È la Germania – con 2,8 milioni di vetture coinvolte – il paese con la quota maggiore di veicoli del gruppo Volkswagen dotati di software civetta, che dovrannno essere richiamati e modificiati. Ma l’elenco dei paesi dove sono state vendute le 11 milioni di unità coinvolte è lungo e in molti di questi sono già partite iniziative da parte di governo e magistratura. Dopo la Germania il numero più alto di auto ‘truccate’ è in Gran Bretagna (1,2 milioni), seguita da Francia (950mila), Spagna (680mila), Italia (650mila), Belgio (500mila), Stati Uniti (482mila), Austria (363mila) e Svezia (225mila). In Italia il ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha confermato che i veicoli Volkswagen con dispositivo irregolare sulle emissioni inquinanti saranno richiamati e ha anticipato controlli a campione su 1000 vetture diesel. La procura di Torino ha aperto un’inchiesta contro ignoti per frode in commercio e disastro ambientale mentre l’Antitrust ha deciso di avviare un procedimento istruttorio per verificare una eventuale pratica commerciale scorretta. In Germania, una commissione nominata dal ministero dei Trasporti e dall’Autorità federale per i trasporti ha invitato Volkswagen a sottoporre entro il 7 ottobre un piano d’azione vincolante per riportare le vetture coinvolte entro i limiti di emissioni. La procura di Stato a Braunschweig, inoltre, indaga sulle accuse di frode nella vendita dei veicoli con i dati truccati.

Ti potrebbero interessare anche:

ROMA/ Monteverde, rapinano una banca. Inseguiti e catturati dalla polizia
ROMA/ A giudizio ex consigliere comunale Orsi per riciclaggio
BRINDISI/Scoppia bomba nell'auto di un assessore, i carabinieri indagano
Rapina in villa nel Milanese, donna malmenata bandito ferito dai cc
Mafia beni sequestrati: pronta la riforma, fondi nella legge di stabilità
Nave Diciotti: Salvini, Procura ha chiesto archiviazione



wordpress stat