| categoria: Cultura, Senza categoria

FESTIVAL/ “Ci sarà una volta”, in Trentino la kermesse delle favole

A Mori (Trento), dal 9 all’11 ottobre, si svolgerà il festival ‘Ci sarà una volta – La favola che conoscevi’, dove mamme di tutte le nazionalità racconteranno la favola con cui si addormentavano da piccole. Il programma prevede tre giorni di racconti, suggestioni, divulgazioni scientifiche e teatro per ragazzi. Parteciperanno tra gli altri, Massimo Bray, Sergio Staino, Nada, Davide Riondino, Paolo Hendel, Laura Reali, Giulio Cederna, Maria Luisa Tortorella, Enrico de Angelis, il Teatro Verde, Têtes de Bois. Un festival unico al mondo, nato da un’idea di Andrea Satta, pediatra, oltre che voce dei Têtes de Bois. Il suo ambulatorio, alle porte di Roma, ha fra le proprie assistite, un nutrito numero di mamme provenienti da diversi paesi. La voglia di queste ultime di ritrovarsi parte di una comunità, e di ampliare i propri rapporti sociali, lo spinge a un esperimento rivoluzionario nella sua semplicità: aprire una volta alla settimana le porte del suo studio a madri e figli, facendogli raccontare le fiabe con cui si addormentavano da piccole, sotto altri cieli, lontani nello spazio e nel tempo
Questo progetto nasce sotto l’auspicio di considerare, come sostiene Satta, «l’immigrazione una realtà a cui non ci si può più tirare indietro. Non è più un fenomeno degli ultimi decenni, non è solo considerabile come un ‘problema’ tra il ricco occidente e i defenestrati del resto del mondo. È qualcosa che affonda le radici nella natura stessa dell’uomo, ha millenni di storia». «L’Assessore alla Cultura di Mori, Patrizia Capron – continua Satta – al termine della presentazione del libro ‘Ci sarà una volta’, che riassume l’esperimento delle favole in ambulatorio, mi propose da quel libro di immaginare un festival. Una utopia concreta». All’appello che ne seguì aderirono e sono ora con noi l’Associazione Culturale Pediatri con Paolo Siani e Laura Reali, ‘Nati Per leggere’ con Stefania Manetti, Uppa la rivista scritta dai pediatri per le famiglie con Vincenzo Calia, l’Enciclopedia Treccani con Massimo Bray, Mario Montalcini de L’Indice dei Libri del mese, la Regione Trentino Alto-Adige, la Provincia di Trento, e ovviamente, il Comune di Mori.
Ad accompagnare le mamme, dai loro luoghi di vita a Mori, saranno la prestigiosa rivista Andersen di Genova di Barbara Schiaffino, fondata da Gualtiero Schiaffino, e alcune realtà che in questi anni stanno lavorando nel territorio dell’incontro fra culture: ‘Piano Terra’ da Napoli che opera nel Rione Sanità; ‘Crescere al Sud’ con le mamme di Bari; la scuola Daneo da Genova; ‘Medici per i Diritti Umani’ da Firenze; la ‘Scuola di Babele’ da Legnano in provincia di Milano; ‘Il Mondo di Joele’ da Torino, lo stesso ambulatorio di Satta dall’hinterland di Roma. Nel centro storico di Mori verrà allestito un percorso a partire da Piazza Cal di Ponte, fino al Castello di Montalbano, un susseguirsi di pendane colorate che saranno le location della kermesse

Ti potrebbero interessare anche:

RCS/ Nel 2012 perdite per 509 milioni, debito bancario rifinanziato
"Nonno" Mc Cartney seduce Verona
I dubbi del boy-scout Letta
INDUSTRIA/Paglieri, conflitto tra azionisti, si dimette il Dg
SALVABANCHE/ Bankitalia: coinvolgimento dei risparmiatori imposto da Ue. Bruxelles smentisce
PROSTITUZIONE/ 1 - Tratta delle donne dalla Nigeria all'Italia, 7 arresti



wordpress stat