| categoria: In breve, Senza categoria

RIMINIFIERA boom, hotel e spiaggie tra mini-calcio balilla e bar volanti

Mini calciobalilla a misura di bambino, bar volanti, stazioni per ricaricare gli smartphone con pannelli solari, lettini prendisole matrimoniali. Se al TTG Incontri di Rimini il turismo è fatto di grandi idee, appelli, discussioni, visioni e soprattutto incontri, alle fiere gemelle di Sia Guest e Sun è molto più «carnale», diventa palpabile e si trasforma in oggetti e strutture che intercettano i bisogni del viaggiatore e anticipano i trend. Gli oltre 63 mila visitatori che si aggiravano nei giorni scorsi per i padiglioni di Rimini Fiera ne hanno viste di tutti i colori: si comincia dalla spiaggia, dove si trova il lettino prendisole che diventa «matrimoniale» per garantire il massimo confort se si coppia oppure in sovrappeso oppure è più alto del normale se si è in là con gli anni oppure disabili. E anche sulla sabbia i re rimangono smartphone e tablet che trovano tutti i «confort» della casa: la mini-cassetta di sicurezza per essere riposti, stazioni di ricarica pubbliche e a pannelli solari, batterie ricaricabili e app per ogni gusto. E poi ci sono i bambini: per loro aree gioco con strutture ecosostenibili, riciclabili, atossiche ma anche adatte, perché nessuno sia escluso, ad ogni tipo di abilità e per aiutare a combattere l’obesità infantile. Ci sono anche quelle tutte verdi costruite solo con materie naturali al 100% con grandi tronchi di alberi, foglie e armi. Negli hotel si trova la pietra vulcanica maiolicata, il mini bar più piccolo al mondo sospeso firmato dall’archistar milanese Mussapi, i prodotti da minibar di Eataly, i materassi speciali per far dormire gli amici a 4 zampe. Dai grandi guru del turismo arriva poi un messaggio agli albergatori. «L’unica risposta all’eccesso di tecnologia è il servizio altamente personalizzato e ad personam. Tanto che oggi in palestra ci offrono il personal trainer, per il cane c’è il personal dog sitter e per i nostri acquisti il personal shopper assistant. Ecco questa è la nuova frontiera del marketing, il servizio ad personam» spiega Thomas Marshall, Lecturer Marketing, Les Roches International School of Hotel Management. Che smartphone e tecnologia abbiano cambiato il mondo sono tutti d’accordo, tanto che sempre più vale l’esperienza individuale, emozionale, fondamentale per il successo del viaggio. «L’Italia – dice Larry Mogelonsky, presidente e fondatore della Lma Communication, Cornell University – ha una grande opportunità, a patto di lavorare sul prodotto e di non arrendersi al pietismo. Il marchio Italia piace all’estero e quindi occorre andare a prendere nuovi mercati su Internet e farlo tutti assieme, lasciandosi alle spalle la frammentazione attuale». A Sia Guest c’è spazio anche per lanciare un concorso internazionale rivolto agli architetti e ideato dal network Young Architects Competitions: i partecipanti dovranno sfidarsi nel proporre un progetto di riqualificazione per trasformare il Faro di Murro di Porco (Siracusa) in una struttura alberghiera.

Ti potrebbero interessare anche:

Chievo super, Napoli a terra. E Cavani sbaglia un rigore
MPS/ Da Alexandria effetti disastrosi, sequestrati due miliardi
Enogastronomia, al via a Bologna "Mortadellabo"
Zingaretti, Lazio prima Regione ad istituire il garante rifugiati
La Corte dei Conti eccepisce: cambiato il ruolo della Cdp, desta interrogativi
Obama, troppe morti immotivate. Nuove tensioni a Baltimora



wordpress stat