| categoria: Dall'interno

SINODO/ A un terzo dei lavori incertezza sul documento finale

Si conclude la prima delle tre settimane di lavori del Sinodo dei Vescovi sulla famiglia e un’incertezza di fondo emerge sul prosieguo e la conclusione dell’attesa assemblea, chiamata a tirare le fila sui possibili adeguamenti della pastorale familiare della Chiesa a una società in rapido cambiamento: al momento, infatti, potrebbe anche non esserci un documento finale. Un modo, questo, per evitare che deflagrino scontri e discordie tra i padri sinodali, che già serpeggiano in attesa di affrontare i temi di maggior conflittualità, come la comunione ai divorziati risposati, le unioni di fatto, le coppie gay? Per ora è difficile dirlo, ma come si concluderà questo Sinodo e se un’eventuale relazione finale verrà messa ai voti è solo nelle mani del Papa. «Ci sarà un documento finale del Sinodo? Questa sarà una decisione del Papa», aveva già detto ieri ai giornalisti il cardinale di Manila Luis Antonio Tagle. E anche nel briefing di oggi, rispondendo a una precisa domanda, il portavoce vaticano padre Federico Lombardi ha ribadito che al momento non è ancora chiaro se ci sarà la pubblicazione del documento finale del Sinodo, decisione che spetta al Pontefice. «Ci stiamo avvicinando felicemente alla fine della prima di tre settimane di lavori – ha glissato Lombardi -, ma come avverrà la conclusione di questo processo sinodale non lo abbiamo ancora chiaro. Non abbiamo indicazioni dal Papa. Staremo a vedere». Insomma, il documento finale non è affatto detto che ci sia. E spiegando poi le modalità di voto, Lombardi ha aggiunto che «i circoli minori approvano un ‘modo’ (gli emendamenti da portare al testo-base del Sinodo, ndr) a maggioranza assoluta, i ‘modi’ sono poi sottoposti al lavoro della commissione. La maggioranza dei due terzi si pone solo nella relazione finale. Ovviamente se ci sarà». Intanto, nella quarta, quinta e sesta congregazione generale del Sinodo, con 75 interventi, i padri sinodali hanno affrontato temi come famiglia e missione, accoglienza delle famiglie ferite, indissolubilità del matrimonio, la famiglia come via concreta della presenza della Chiesa nella storia. Si è parlato anche del tema della vocazione al matrimonio, vocazione che – è stato sottolineato – non va vista come inferiore rispetto a quella del sacerdozio. Molto sviluppato, inoltre, il tema della misericordia, sotto diversi aspetti: «La misericordia che si manifesta nella vicinanza e nella tenerezza, in rapporto alle diverse situazioni, anche a quelle difficili, in cui si trovano – a volte – le famiglie o le coppie. Però c’è anche da tenere presente il tema della misericordia e verità, della misericordia e giustizia e non opporre la misericordia e la verità», ha sottolineato Lombardi. «Una grande insistenza sul tema dell’accoglienza, che la Chiesa deve sempre avere nei confronti di tutti, di tutte le famiglie, anche quelle che possono essere in difficoltà. Proclamare il Vangelo e abbracciare le persone. Ecco quindi questa sintesi tra evangelizzazione e accoglienza, che deve essere di riferimento per la pastorale». Ci sono stati quindi interventi sulla indissolubilità del matrimonio, che per i padri sinodali – ha annotato Lombardi – va presentata positivamente, «come dono e non come giogo». Tra le proposte, anche quella che l’assemblea del Sinodi si prepari prima con assemblee continentali. Grande attenzione, poi, in particolare nei circoli minori, al tema dell’ideologia ‘gender’, su cui oggi alla Radio Vaticana è intervenuto con parole molto dure uno stretto collaboratore del Papa come il cardinale honduregno Oscar Rodriguez Maradiaga. Essa, ha detto, «è una in più» rispetto alle grandi ideologie del secolo passato, «che è però più pericolosa: distruggendo la famiglia, si distrugge la società. E così facendo si arriverebbe ad un individualismo tale che non ci sarebbe più vita in comunità».

Ti potrebbero interessare anche:

AMBIENTE/ Siti da bonificare, un problema sanitario
Trenitalia getta acqua sul fuoco: per ora nessun intercity cancellato
MODENA/ Condominio per disabili, anziani e famiglie dove la convivenza è solidale
Tirreno Power, indagato il presidente della Liguria Burlando
DISABILI/ Aipd, vogliamo una legge informativa sulla sindrome di Down
Stupro di gruppo su una 13enne, 9 arresti a Reggio Calabria: la vittima è stata anche fotografata



wordpress stat