| categoria: sport

F1 RUSSIA/ Vince Hamilton, secondo Vettel, Raikkonen penalizzato. Mercedes campione costruttori

Domina Lewis Hamilton in lungo e in largo. Out Rosberg dopo 12 giri, l’inglese ha comandato senza fallo per il resto del GP, davanti a un grande Seb Vettel su Ferrari. Al prossimo appuntamento in Texas ad Austin può larearsi campione del mondo Piloti (302 punti l’inglese, 236 Seb) dovesse vincere con il tedesco fuori dai primi tre. Vettel invece è secondo nella classifica piloti, avendo superato Rosberg, 236 a 229.

La Mercedes si aggiudica per la seconda volta di fila il titolo costruttori in Formula Uno. La direzione gara infatti ha inflitto una penalità di 30″ al pilota della Ferrari Kimi Raikkonen al termine del Gran Premio di Russia per il contatto causato nell’ultimo giro di gara con Valtteri Bottas, costretto poi al ritiro. Il finlandese retrocede così dal quinto all’ottavo posto, consentendo alla Mercedes di avere il divario necessario per conquistare il Mondiale costruttori con quattro gare d’anticipo.

F1 sochi classifica

La cronaca

Safety car dentro al primo giro, gran partenza di Raikkonen. Davanti le due Mercedes, poi Raikkonen, Bottas e Vettel. Al settimo giro Hamilton passa Rosberg, che ha il pedale dell’acceleratore rotto. Secondo Bottas, terzo Raikkonen, quarto Vettel. Sebastian al momento è secondo nella classifica del Mondiale. Rosberg si ritira all’11° giro, niente da fare. “Una sfiga incredibile” ha commentato il pilota tedesco.

Al 12° giro botto di Grosjean, Lotus disintegrata, driver illeso, e safety car in pista. Intanto Pirelli sarà fornitrice della F1 anche per i prossimi 3 anni. Rientra la safety e al 17° giro, dopo un primo duello a muso duro, Seb sorpassa Kimi. Vettel è a 2″5 da Bottas al 20° giro e prova ad andare a prendere la seconda piazza. Hamilton intanto inanella giri veloci e scappa.

Giro 27. Bottas al cambio gomme. E’ cominciato il carosello ai box. Vettel si mette in caccia con le gomme dure. Al 36° giro duello vero a sportellate tra i due finlandesi, Raikkonen e Bottas, quinto e sesto. Seb intanto saldamente secondo.

Ultimi dieci giri. Hamilton con 12″ su Vettel e 24″ su Perez. Duello finale per Raikkonen, ches’è toccato forte con Bottas. Finendo quinto. Terzo Perez.

C’è anche Sainz. Uscito apparentemente illeso dalla sua Toro Rosso, che dopo una sbandata si era infilata al di sotto delle protezioni a lato pista alla curva 13, il giovane spagnolo era stato ricoverato e sottoposto ad una serie di controlli in ospedale che hanno escluso traumi, prima di essere dimesso già in serata. I meccanici della Toro Rosso hanno lavorato tutta la notte per sistemare la monoposto semidistrutta dello spagnolo partirà dall’ultima posizione della griglia, non avendo disputato ieri le qualifiche.

Ti potrebbero interessare anche:

Tennis, Nadal insidia il trono di Djokovic
SOCHI 2014/ La Russia perde la 'guerra fredda' con gli Stati Uniti sul ghiaccio dell'Hockey
I fratelli Della Valle: Prandelli è scappato
Lazio ko e addio rimonta. Pioli, "basta illuderci"
GATTUSO, CUTRONE VOLI BASSO E FACCIA L'AMORE
In casa con il Lecce si ferma la corsa del Torino



wordpress stat