| categoria: sanità

Malasanità: il pronto soccorso lo dimette, lui muore poco dopo

 Sarà l’autopsia a stabilire le cause della morte di Piersimone Rossetti, un ventisettenne deceduto ieri mattina nella sua abitazione di San Benedetto del Tronto, nonostante i tentativi dei sanitari del 118 di salvargli la vita dopo che la madre aveva dato l’allarme, vedendolo privo di sensi. Il sostituto procuratore della Repubblica di Ascoli Piceno Lorenzo Destro in giornata affiderà l’incarico ad un medico legale che la eseguirà domani o al massimo giovedì. Domenica sera il giovane si è recato al pronto soccorso dell’ospedale di San Benedetto del Tronto, dove tra l’altro lavorava come centralinista; ai sanitari ha riferito di essere caduto accidentalmente nel bagno di casa. Presentava evidenti tumefazioni al volto e gli accertamenti hanno evidenziato una frattura al setto nasale. Negativa la Tac cranica: dopo le medicazioni in serata è stato dimesso. Dopo poche ore, però, è morto.

Ti potrebbero interessare anche:

Basilicata, sarà elettronica la cartella clinica del paziente
In vendita i farmaci anticancro a mille euro alla settimana
Carceri come ospedali: malati 2 detenuti su 3. E' emergenza sanitaria dietro le sbarre
Tre donne celiache su quattro senza saperlo, una guida per i medici
Anac fissa i prezzi di riferimento per le gare per la ristorazione negli ospedali.
Istat, corruzione in sanità. Denaro per prestazioni "agevolate" da parte degli operatori p...



wordpress stat