| categoria: Roma e Lazio

EDITORIA/ La crisi di RomaUno, da mesi tutti senza stipendio. La cessione non cambia le cose

“Un’operazione chiusa in fretta – quella della cessione delle quote di Roma Uno srl dal gruppo Cerroni a Fabrizio Coscione – non poteva non contenere insidie. Abbiamo scoperto che durante le prime settimane di attività del nuovo gruppo imprenditoriale c’è stata una cessione di ramo d’azienda dall’amministratore di Roma Uno srl Paolo Losito a un’altra società risalente a Fabrizio Coscione in totale assenza della benché minima comunicazione preventiva alle rappresentanze sindacali interne”.
Così in una nota congiunta Lazzaro Pappagallo, Segretario Associazione Stampa Romana e Piero Pellegrino, Segretario Snater. “Con la cessione di ramo d’azienda – prosegue la nota – si trasferisce l’infrastruttura e il segnale televisivo. Tutto il resto – dipendenti inclusi – restano nella vecchia società. A pensar male si tratta di una classica operazione di svuotamento della società dei suoi valori reali con creazione di una bad company. Asr e lo Snater chiedono un incontro immediato entro sette giorni alla nuova proprietà per chiedere conto di queste novità e del continuo mancato pagamento degli stipendi, riservandosi ogni iniziativa sindacale e legale in merito”.

Ti potrebbero interessare anche:

Arriva il solito venerdì nero. Sciopero dei trasporti, caos annunciato
Allarme smog, martedì rischio targhe alterne?
Marino, il mio allontanamento è costato a Roma 10 miliardi
Fratello muore in casa e lei non può chiedere aiuto, salvata disabile
SETTANTA BARACCHE SGOMBERATE SOTTO VIADOTTO MAGLIANA, 29 DENUNCE
Il diktat della Regione Lazio all'Ama, 'pulire subito Roma'



wordpress stat