| categoria: politica

L’ultimo sondaggio galvanizza il centro destra. E il M5S scalda i muscoli

C’è chi brinda nel centrodestra (ma meno nella Lega) dopo il sondaggio Demos per la Repubblica che dà la coalizione in risalita, con Forza Italia (passata dall’11.4 al 13.2) che sorpassa il Carroccio che invece si sarebbe perso per strada un bel po’ di consensi (scendendo dal 14 al 12.5). Ma si stappano bottiglie anche dalle parti dei 5 Stelle che, sempre stando al sondaggio, continuano la loro marcia accorciando la distanza dal Pd (i grillini sono arrivati al 27.2, il Pd è sceso al 31.8). Si scaldano i muscoli guardando Palazzo Chigi i grillini che giocano tutte le loro carte nella partita nazionale lasciando da parte (così dicono) le sfide territoriali. Dati inaspettati quelli di oggi, accolti come una manna in quel di Fi dove brucia la fuga parallela di elettori e parlamentari. Quelle percentuali hanno galvanizzato gli azzurri e lo stesso Berlusconi che da giorni ripete il suo mantra («torneremo primo partito nel paese») e ha già rispolverato il suo repertorio pirotecnico di gag (ieri ne ha dato prova plastica nell’incontro con gli amministratori del Lazio). Tutti segnali, per i fedelissimi di Forza Italia, del vento che sta cambiando: il «miracolo» – sono convinti – è a portata di mano solo se il Cavaliere resta in campo e si dà da fare a dispetto dei suoi quasi 80 anni. A festeggiare anche Renato Brunetta, che ha già parlato di «riscossa» vicina, grazie alla leadership di Berlusconi e a un centrodestra ricompattato. Certo, se quei dati vengono confermati nella realtà, ora all’angolo (della coalizione di centrodestra) si troverebbe Matteo Salvini che fino a ieri ha fatto il bello e il cattivo tempo, alzando un po’ troppo la cresta, a detta di molti azzurri. Sparigliate le carte si dovrà ricontrattare l’alleanza – già pensano in Fi – e non è escluso che questa volta le parti si invertiranno, con il Cav pronto a incontrare il leader leghista che forse invece potrebbe fare resistenza. D’altra parte Salvini, sempre secondo il sondaggio Demos, sarebbe stato scavalcato anche da Giorgia Meloni nella graduatoria sul gradimento dei leader. La presidente di Fdi si attesterebbe al 36%, Salvini al 33. Berlusconi però ancora più sotto, al 26.

Ti potrebbero interessare anche:

Lealisti, guerra alle colombe:con la decadenza è la fine del governo
Berlusconi, eurodeputati chiedono verifica sulla Legge Severino
MOSE/Galan, la Camera dice sì all'arresto
Legge elettorale, Cuperlo: domani non voterò l'Italicum, ma nessuna scissione
Riordino settore funerario, Lotti: essere veloci al Senato
Lega,italiani poveri, 4,5 miliardi ai migranti



wordpress stat