| categoria: attualità

Tangenti Anas, Pignatone: «Corruzione vista come una cosa normale: è deprimente»

«Se dovessi dire la sensazione che mi ha dato la lettura di queste carte è proprio la quotidianità della corruzione vista come una cosa normale. Una situazione deprimente». Così il procuratore Capo della Procura della Repubblica di Roma, Giuseppe Pignatone, parla dell’inchiesta relativa agli appalti Anas.

Giuseppe Pignatone, procuratore della Repbblica di Roma

«Mi pare giusto sottolineare l’estraneità del nuovo presidente dell’Anas, che si è insediato da poco, a queste vicende. Il nuovo presidente dell’Anas non ha nulla a che vedere ed è ovviamente una parte offesa dal punto di vista giuridico», ha aggiunto il procuratore Capo.

Ti potrebbero interessare anche:

Anche il Papa chiama i suoi "saggi" per riformare la Chiesa
Auto, con la patente digitale lo Stato risparmia 11 milioni l'anno
Tangenti, il governo prepara la stretta sugli appalti
L'attacco a Barcellona, cosa sappiamo con certezza. Il punto sulle indagini
Genova, braccio di ferro tra M5S e Lega sul commissario
SONDAGGIO/ Il ministro più apprezzato? Speranza



wordpress stat