| categoria: attualità

Tangenti Anas, Pignatone: «Corruzione vista come una cosa normale: è deprimente»

«Se dovessi dire la sensazione che mi ha dato la lettura di queste carte è proprio la quotidianità della corruzione vista come una cosa normale. Una situazione deprimente». Così il procuratore Capo della Procura della Repubblica di Roma, Giuseppe Pignatone, parla dell’inchiesta relativa agli appalti Anas.

Giuseppe Pignatone, procuratore della Repbblica di Roma

«Mi pare giusto sottolineare l’estraneità del nuovo presidente dell’Anas, che si è insediato da poco, a queste vicende. Il nuovo presidente dell’Anas non ha nulla a che vedere ed è ovviamente una parte offesa dal punto di vista giuridico», ha aggiunto il procuratore Capo.

Ti potrebbero interessare anche:

Eurispes, cresce la sfiducia degli italiani nelle istituzioni. Anche nel Quirinale
MONTEPASCHI/ Profumo: Mps ha bisogno di un miliardi ma per ora non c'è nessuno all'orizzonte
ALLARME ROSSO/ Consumi al livello del 1999
Hollande a piedi per le vie di Parigi cerca - invano - di rassicurare i francesi
Donna fatta a pezzi e gettata nei rifiuti ai Parioli: confessa il fratello
Rogo sulla A21, Polstrada: camionista era distratto



wordpress stat