| categoria: sport

Bologna esulta nel finale e respira. Battuto il Carpi

Un derby tra poveri, di punti soprattutto, che il Bologna vince in extremis dando un calcio alla crisi. A Modena, contro il Carpi, decide un gol di Masina al terzo minuto dopo il novantesimo che getta nello sconforto i padroni di casa costretti a giocare con un uomo in meno dal 38′ del primo tempo per l’espulsione di Lollo. Quella del ‘Braglia’, è la seconda vittoria in stagione per Delio Rossi che salva la propria panchina mentre il Bologna sorpassa i carpigiani che scivolano in coda: la cura Sannino perde colpi dopo il secondo ko di fila. Nessuna novità nell’undici iniziale del Carpi, con il mister biancorosso che ripropone il 3-5-2 e conferma Belec in porta dopo la prova poco felice della settimana scorsa. Delio Rossi si appoggia invece al 4-3-3, con Da Costa al posto di Mirante (che si è fermato in allenamento) e Destro preferito a Mancosu come riferimento offensivo. Comincia decisamente meglio il Carpi, che controlla il gioco per la prima mezzora (pericoloso Matos al 10′) e passa in vantaggio al minuto 24 grazie a Letizia, bravo a raccogliere un cross dalla sinistra di Gabriel Silva su cui Borriello era riuscito a fare poco. I biancorossi si ripropongono in avanti al 34′ con Cofie, ma il suo mancino da posizione defilata viene deviato in corner. Poi arriva il 38′, quando Lollo viene espulso per doppia ammonizione dopo una brutta entrata in ritardo su Krafth (costretto ad uscire per infortunio). L’unica azione pericolosa del Bologna del primo tempo si registra al 43′, con Destro che impegna Belec con un tiro dall’altezza del dischetto del rigore. Nella ripresa dopo appena due minuti il Bologna raddrizza la situazione: Rizzo dal limite calcia a colpo sicuro, la palla viene respinta dal palo e arriva dalle parti di Gastaldello che segna a due passi dalla porta. Ancora Bologna al 4′: Rizzo ancora, Mounier non ci arriva. La squadra di Rossi cerca di sfruttare la superiorità numerica ma non riesce a sfondare, mentre il Carpi fatica a proporsi preoccupato di difendersi dalle azioni offensive dei rossoblù. La gara sembra destinata a chiudersi in parità ma il guizzo finale del Bologna cambia tutto. Punizione di Brienza, errore di Belec che tocca la palla destinata ad uscire e serve un assist involontario a Masina che, sul secondo palo, capitalizza come meglio non si può regalando una vittoria pesantissima ai rossoblù e i fischi dei tifosi di casa all’indirizzo dei giocatori del Carpi.

Ti potrebbero interessare anche:

SuperMilan, Barca dimesso. E San Siro fa il miracolo:2-0
Inarrestabile, senza Totti e in dieci la Roma vince anche a Udine
SOCHI 2014/ Putin: 'L'ultimo tedoforo non lo scelgo io', è toto-nomi
L'Empoli spaventa il Milan, finisce 2-2
PALLANUOTO/ Mondiali, 9-6 alla Grecia, il Setterosa in semifinale
Incubo Benitez, il matrimonio con il Real è al capolinea



wordpress stat