| categoria: primo piano, Roma e Lazio, Senza categoria

Marino fuori controllo, show in Campidoglio

Ignazio Marino fuori controllo eccita la piazza, sfida tutti e si lascia abbracciare dalla folla dei suoi supporter davanti al Campidoglio. Ha varcato il Rubicone e nessuno può fermarlo. Ha spezzato in due il Pd, ora ricucire è veramente impossibile.«Ora che questa città potrebbe cambiare vogliono fermarci. Mi chiedete di ripensarci, io ci penso e non vi deluderò. La democrazia non si esercita in stanze chiuse ma nelle piazze e noi dobbiamo chiedere a tutti gli eletti un confronto diretto. E grazie per queste bandiere del Pd. Noi non inseguiamo sogni, sogniamo il futuro nostro e della nostra città che è la capitale d’Italia. E lasciatemelo dire con una frase che amo, pronunciata da qualcuno molto più grande di noi negli anni ’60: noi siamo realisti e vogliamo l’impossibile».

I supporter si sono riuniti ancora una volta in piazza per chiedere al sindaco di «ripensarci, di tornare sui suoi passi e ritirare le dimissioni». In piazza tanti palloncini colorati, rossi verdi e bianchi, con le scritte ‘#IostoconMarino’, ‘Marino ripensaci’, ‘Avanti tutta sindaco’, ‘Noi con Marino voi con padrini. Marino ripensaci daje’.

Tra i pro-Marino c’è anche la consigliera comunale di Sel Annamaria Cesaretti: «La mia partecipazione non è in difesa di Marino ma in difesa della democrazia nella nostra città perché il futuro di questa giunta deve essere deciso in un confronto in consiglio comunale. Più volte come Sel abbiamo chiesto un confronto con il sindaco e una verifica di programma».

C’è chi mostra i cartelli ‘Oggi sono in Campidoglio e il mio sindaco rivoglio’, ‘Marino Roma è stata defraudata ma non da te, with love from San John’. Una signora ha stampato su un cartoncino l’immagine di E.T., l’alieno protagonista del film di Spielberg, accompagnandola con la frase ‘Sono marziana Marino ripensaci’.

Non capiscono perché il sindaco da loro votato ora debba dimettersi. E di certo non le mandano a dire al Partito democratico, «reo di averlo in questi mesi «abbandonato e all’ultimo sfiduciato». I supporter dicono la loro sul braccio di ferro di questi giorni tra il sindaco-chirurgo e il Pd. E in piazza spuntano anche dei cartelli con la scritte ‘Matteo stai sereno…’, ‘Renzi fai vedere le tue ricevute’.

«In questo Paese quando capita una persona onesta e capace al governo si mette in moto un meccanismo per farlo cadere – spiega un sostenitore del chirurgo dem – E con Marino è successa la stessa cosa. I romani si chiedono perché Marino non può continuare a fare il sindaco. Non è indagato, non ha nessun avviso di garanzia. Quindi? È stato votato non solo alle primarie ma anche da 665mila romani. Il Pd su Roma sta facendo il suo errore più grande sovvertendo il voto popolare. Il segretario del partito dovrà rispondere al suo elettorato di quest’azione».

«

Ti potrebbero interessare anche:

ELETTORANDO/ Marino, basta residence, per gli sfrattati buono da 700 euro al mese
Salario accessorio, Comune-sindacati firmano l'intesa. Atto sospeso fino a gennaio
Money transfer, il governo apre. Dubbi sugli sconti per le case ai figli
Verano indecente, il cimitero è ricoperto di guano
IL PUNTO/ Brava Meloni, usiamo le auto blu del Campidoglio per anziani e disabili
TURCHIA/ Merkel all'attacco: «Beffa per lo stato di diritto». Cinquantamila epurati



wordpress stat