| categoria: Senza categoria, turismo

Fiera Verona: 117 anni in sella, la carica di 3000 cavalli

Centodiciassette anni e non sentirli: FieraCavalli continua a raccontare il mondo del cavallo nella sua evoluzione, a riunire gli appassionati provenienti da ogni parte del mondo, persino dal lontano sultanato dell’Oman, a mettere insieme sponsor, amatori, campioni, tutti i frammenti di un mondo complesso con una grande valenza economica in parte ancora da esplorare.Un evento che torna dal 5 all’8 novembre, unico e atteso come dimostrano le cifre: 3000 cavalli di 60 razze (300 in più rispetto all’anno scorso), 750 aziende (+15% rispetto al 2014), 25 nazioni, una media complessiva di 160 mila visitatori.
Novità dell’edizione 2015 è una maggiore attenzione all’equiturismo, frutto della inedita collaborazione con il Touring Club: nasce infatti la prima guida ‘Italia a Cavallo’ curata dai giornalisti Federica Lamberti Zanardi e Luca Fraioli. Un modo di sospingere e promuovere una realtà che vede in Italia più di 7.000 chilometri di tracciati percorribili, oltre 120 mila appassionati e 4.500 agriturismi.

Altro protagonista assoluto della Fiera è il grande sport con la 15/ma edizione della Longines Fei World Cup, grande richiamo per i top riders. “Fieracavalli – dice il presidente di Veronafiere Ettore Riello nella conferenza stampa di presentazione nella storica sede del Touring a Milano – dà voce da oltre cento anni ad un settore che in Italia conta un milione e mezzo di cavalieri Per questa edizione abbiamo scelto di sostenerlo puntando maggiormente sul binomio turismo e sport, quali strumenti di promozione per l’intero comparto equestre che, in tutta Europa, conta 49 milioni di potenziali appassionati”.

“Il secondo driver di crescita di questa Fieracavalli è lo sport – conferma Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere -. Abbiamo investito molto in questo ambito per portare a Verona i campioni internazionali della Coppa del Mondo di salto ostacoli del circuito FEI e le giovani promesse. Per loro abbiamo allestito ben tre padiglioni dedicati, 5 ring di gara pari a 30mila metri quadrati di piste e tribune per 5mila posti a sedere, mille in più dell’anno precedente. E per la prima volta si potrà assistere alle competizioni fino alle ore 22”.

Come ad ogni edizione, grande importanza è riservata poi alla filiera allevatoriale che in Italia raggiunge 16mila allevamenti, 50mila addetti e 35 associazioni. Fieracavalli a questo comparto riserva due padiglioni dove il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali presenta i miglioramenti qualitativi del Cavallo da Sella Italiano, mentre l’Associazione Italiana Allevatori raccoglie i 355 esemplari delle 7 Razze del Libro genealogico Italiano. Con più di 750 aziende, riunite in tre padiglioni, Fieracavalli è inoltre la più grande vetrina mondiale per il trade business dedicato al cavallo, grazie ai più importanti marchi internazionali di articoli per l’equitazione, attrezzature tecniche, veterinaria, alimenti per cavalli e complementi per maneggi e scuderie.

Spettacoli e divertimento completano il programma. Protagonista assoluto delle serate di sabato 7 e domenica 8 novembre è il Gala d’Oro “Ladies”, spettacolo di arte equestre, dedicato quest’anno alle donne e con una guest star d’eccezione: l’amazzone Sylvie Willms.

Ti potrebbero interessare anche:

L'influenza mette in ginocchio gli Usa, a New York stato d'emergenza
Pasticcio a San Pietroburgo, solo 11 paesi condannano la Siria. E adesso?
La stagione sciistica apre in anticipo, sulle piste già da domani
ROMA/ Controlli antidroga rafforzati nel week end, identificate 250 persone
Milano, raffica di furti nei cimiteri: tre arresti, recuperate 70 statue
RIO 2016: CALCIO FEMMINILE, BRASILE KO E IL BRONZO VA AL CANADA



wordpress stat