| categoria: sport

Fiorentina si rialza e manda a picco il Verona

Torna a sorridere la Fiorentina di Paolo Sousa. Dopo due sconfitte consecutive in campionato i viola passano al Bentegodi e la marcia riprende. A discapito di un Verona ultimo in classifica, con il Carpi, a 5 punti e con Mandorlino sempre piu’ sotto i riflettori. Dopo un avvio a ritmi bassi è un autorete di Marquez ad aprire il muro scaligero. Nella ripresa Kalinic raddoppia chiudendo così la pratica. Tre punti d’oro per i toscani. Il Verona e’ ancora una volta in piena emergenza con una lista infortunati chilometrica. Mandorlini fa quello che puo’, ma ora come ora questa rosa non e’ competitiva. La squadra scaligera cerca di mettere la gara sul piano della fisicita’ e Valeri e’ costretto a sventolare sin da subito diversi gialli. La Fiorentina fa sempre il suo solito possesso palla. Molto mobile l’attacco viola, che prova a non dare punti di riferimento agli scaligeri. Primi 20′ soporiferi, Gollini sbaglia un’uscita e Kalinic non sa sfruttare la buona occasione. Al 24′ la Fiorentina passa. Gonzalo Rodriguez apre sulla sinistra per Pasqual, che mette in mezzo un cross velenosissimo per Kalinic: nel tentativo di anticipare l’attaccante croato, Marquez infila il pallone nella propria rete, beffando Gollini che aveva respinto la deviazione del croato. Il Verona, con l’orgoglio, cerca il pari ma la Fiorentina ben posizionata resiste con ordine e per Tatarusanu problemi non ce ne sono. Nella ripresa il tema della partita non cambia. Sousa inserisce Bernardeschi per un Blaszczykowski opaco. La Viola insiste e in contropiede raddoppia. Azione tutta di prima della Fiorentina, con Kalinic che serve in profondità Rossi, il quale restituisce palla al croato: l’attaccante, a porta spalancata e sfruttando bene il movimento senza palla di Ilicic, non può fare altro che spingere il rete il cioccolatino servitogli da Rossi. È il 2-0 che chiude il match. Sousa toglie Giuseppe Rossi e rafforza il centrocampo con l’ingresso di Badelj. Il Verona, senza quasi più energie, va avanti con la forza dell’orgoglio e basta. La Fiorentina con disinvoltura, liquida la pratica e guadagna altri tre punti continuando così la marcia. Per la Fiorentina un balzo in avanti e una seconda posizione ben consolidata. Per il Verona ennesima sconfitta e un ultimo posto in classifica che suona come allarme. Domenica per il Verona arriva la sfida con il Carpi. Probabilmente l’ultima spiaggia. (

Ti potrebbero interessare anche:

Paolo Maldini manager del Psg al posto di Leonardo?
Champions, la Roma cerca il colpo nel gelo di Mosca
FOCUS/ Lazio e Pioli, il futuro passa da San Siro
Champions, vince il Real all'ultimo rigore. La delusione dell'Atletico
Balotelli alla Lazio?
Nuoto: Mondiali paralimpici, subito 8 medaglie per l'Italia



wordpress stat