| categoria: primo piano

Marino pronto a ritirare le dimissioni. I fedelissimi: vuole andare in aula

image

In Campidoglio si rincorrono i rumors su un ripensamento di Ignazio Marino sul suo addio al Comune, così come lui stesso ha lasciato trapelare in questi giorni. E una delle sue fedelissime, l’assessore al Patrimonio Alessandra Cattoi, dice: “Marino è tentato di ritirare le dimissioni, non perché pensa di risolvere così una crisi politica, ma perché vuole parlarne in Consiglio comunale”. “Da alcuni giorni è stato tentato un dialogo, che è stato molto complicato, con i vertici del Pd – aggiunge Cattoi su Radio 24- ma non essendoci altre vie di confronto aperte, l’unica che rimane è quella istituzionale di ritirare le dimissioni. In questo momento è un atto dovuto ed è l’unica strada per aver un confronto e spingersi a parlarsi. Il sindaco si è presentato dimissionario perché sembrava fosse colpito da un’ enorme vicenda giudiziaria legata alle spese di rappresentanza che poi ha chiarito. Dopodiché io non nutro speranze che si possa andare avanti in questo clima di grande sfiducia. I consiglieri comunali possono sfiduciare il sindaco, ma lo devono dire e spiegare al sindaco e ai cittadini”.
“Oggi abbiamo una giunta molto molto importante densa di decisioni che appena sarà finita comunicheremo”. A cinque giorni dalla scadenza effettiva (e teorica) del suo mandato, il sindaco dimissionario, Ignazio Marino, arrivando in Campidoglio, risponde così a chi gli chiedeva se ritirerà già questa mattina in Giunta le dimissionie se verrà approvato il provvedimento per la pedonalizzazione totale dei Fori Imperiali. L’ordine del giorno della riunione con i suoi assessori resta segreto ma secondo il titolare della Mobilità Stefano Esposito, che oggi sarà assente, “non si parlerà dello stop al traffico ai Fori”.

Ti potrebbero interessare anche:

Berlusconi, Corte Strasburgo respinge ricorso per la candidatura alle europee
Italicum, ultimo atto. FI non partecipa al voto, M5S resta in aula e dice no
Caso Elena Ceste, Buoninconti condannato a 30 anni
Due Giugno, hanno sfilato in quattromila. Mattarella: il paese sia unito
Tav: Governo annuncia slittamento dei bandi
Governo, Conte da Mattarella al Quirinale



wordpress stat