| categoria: Roma e Lazio

Corruzione, Cantone contro il Comune di Roma: troppi 100 centri di costo

Raffaele Cantone, presidente Autorità Anticorruzione

«La scommessa contenuta nel nuovo codice è quella di ridurre le stazioni appaltanti. Ad oggi ancora nessuno ha mai fatto un censimento vero, solo a Roma abbiamo fatto una verifica, esistono 100 centri di costo in un solo comune e la dice lunga su cosa fa la mano destra senza sapere cosa fa la mano sinistra». Lo ha detto il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, intervenendo all’evento «Regole ed efficienza negli appalti per sostenere la crescita» nella sala polifunzionale della presidenza del Consiglio dei Ministri. «L’altra parola chiave – ha continuato – è qualificare: le stazioni appaltanti potranno fare appalti solo se dimostreranno di avere le capacità. Sembra la soluzione dell’uovo di Colombo, l’idea che non tutti possono fare tutto». 

Ti potrebbero interessare anche:

MOBILITA'/ L'assessore Improta: tra cinque anni il 10% degli spostamenti sarà in bici
Cavalcavia Anagnina, sgomberato campo "romeno" vicino scuola Fazio
Maltempo a Roma, alberi caduti e case allagate
ORFINI/ Già chiuso i degenerati del Pd, 35 circoli su 110
Disastro Atac, fuori uso 18 treni
PONTE SCAFA, SERVIZIO NAVETTE DOPO RIAPERTURA A SENSO UNICO ALTERNATO



wordpress stat