| categoria: esteri

Guantanamo, in arrivo nuovo piano per la chiusura del centro di detenzione

Il governo statunitense dovrebbe presentare nei prossimi giorni un nuovo piano per la chiusura della prigione speciale di Guantanamo. Lo scrive l’agenzia Reuters, sottolineando come siano passati oramai sette anni da quando il presidente Barack Obama promise di chiudere la porta della struttura. A dover gestire questa “patata bollente” è Lisa Monaco, a capo dell’antiterrorismo e, sottolinea Reuters, unico funzionario governativo ancora al suo posto del gruppo di lavoro che cominciò ad affrontare la questione nel 2009.

La volontà di Obama di centrare l’obiettivo della chiusura prima della fine del suo mandato è stata ribadita dal consigliere per la Sicurezza nazionale Susan Rice, che in un’intervista ha sottolineato: “Non posso dire con certezza che arriveremo al nostro obiettivo al 100 per cento, ma posso garantire che moriremo provandoci”.

Il piano di Monaco prevede il trasferimento dei detenuti idonei in Paesi stranieri, processare quelli che possono essere perseguiti e trasferire i sospetti di terrorismo che non possono essere perseguiti, ma sono ritenuti troppo pericolosi per essere rilasciati, in una struttura negli Usa. Un’opzione attualmente non permessa dalla legge.

Al momento nella struttura detentiva di Guantanamo si trovano oltre 110 prigionieri, meno della metà di quanti erano rinchiusi all’inizio della presidenza Obama.

Ti potrebbero interessare anche:

E' ufficiale, Obama non andrà da Mandela in ospedale
Messico, ritrovato il cobalto-60 rubato. Ma i ladri ora rischiano la vita
ISRAELE/Perez: incontro con Rohani? Perché no?
USA/ La Corte Suprema sospende le nozze gay in Utah
La Svezia va a sinistra, ma cresce l'estrema destra. Il premier Reinfeldt si dimette
Usa, ai Clinton un assegno da 10,6 mln di dollari. Trump non pubblica il proprio reddito



wordpress stat