| categoria: attualità

Spesa a rischio, sabato sciopero dei supermercati

Commessi e cassieri, magazzinieri e capireparto della grande distribuzione si preparano allo sciopero. Sabato 7 incroceranno le braccia in tutta Italia per chiedere il rinnovo del contratto, scaduto dal 2013, e difendere diritti e salario di fronte a turni di lavoro sempre più pesanti, con aperture tutti i giorni, anche domeniche, festivi e notturni. Da Ikea a Decathlon, dalla Coop alla Rinascente, fino a Upim, Oviesse, Carrefour, Coin, sono migliaia i supermercati e i negozi di ogni dimensione chiamati alla mobilitazione da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil. Nel mirino ci sono le aziende aderenti a Federdistribuzione, Confesercenti e Distribuzione Cooperativa, a cui si chiede di sbloccare le trattative per i rinnovi.

Sindacati e lavoratori, si legge in una nota della Filcams, “sono pronti a dare il via ad una lunga battaglia” che impazza già anche sui social network con l’hashtag #Fuoritutti. Dopo il 7 novembre, in assenza di segnali positivi per sbloccare le trattative, è in programma un’altra giornata di sciopero unitario per il 19 dicembre. Dal fronte delle imprese, una prima risposta arriva da Confesercenti. L’associazione afferma che il negoziato per lei “è ancora aperto” e la proclamazione dello sciopero “non ha tenuto in debita considerazione” la sua disponibilità a proseguire il confronto.

“Lo sciopero proclamato è una scelta importante e ineludibile dopo 22 mesi in cui gli incontri e le trattative non hanno prodotto le condizioni minime per arrivare a definire i rinnovi contrattuali” ha affermato la segretaria generale della Filcams Cgil, Maria Grazia Gabrielli. “La stagione dei rinnovi dei contratti sta vivendo profondi attacchi – ha aggiunto – e dilazionare molto i tempi forse porta con sè l’idea che dei contratti nazionali stessi si possa anche fare a meno. Noi, restiamo convinti della centralità del contratto nazionale che va difeso e rafforzato”.

Ti potrebbero interessare anche:

Grillo: il governo non durerà più di un anno, distruggeremo il sistema
Papa Francesco in partenza per il Brasile
Donna uccisa nella gioielleria davanti le telecamere di sorveglianza
Stragi di Parigi, due arresti in Austria. Rivelazioni choc dal Belgio su Salah
La Turchia bombarda l'Isis in Siria e Iraq, 200 uccisi
ITALICUM/ Domani la sentenza della Consulta



wordpress stat