| categoria: sport

Juve come Rossi, contro l’Empoli in campo per la rimonta

Costretta a rimontare, guardando gli avversari dal basso, ma con la consapevolezza – e la voglia – di centrare l’impresa. Massimiliano Allegri paragona la sua Juventus a Valentino Rossi: «In questo momento siamo come lui, perché siamo indietro – osserva l’allenatore bianconero -. Lui però ha la possibilità di rimontare in una sola gara, noi dobbiamo farlo con continuità lungo tutto il campionato». E per riuscirci «conta vincere la seconda partita consecutiva, perchè in questa stagione non ci è ancora riuscito». Contro l’Empoli, domani, sarà dunque una «partita importante» e «complicata», contro un avversario tra i «più in forma del campionato». Una squadra, quella di Giampaolo, che «gioca un buon calcio»: «bisogna approcciare bene la gara – mette in guardia i suoi Allegri – e, siccome sarà ancora una giornata ‘primaverile’, bisognerà dosare bene le energie, perché in Germania abbiamo speso tanto». Allegri non dà indicazioni, ma anche per questo motivo potrebbe esserci qualche variante nella formazione di partenza. «Tranne Asamoah e Pereyra sono tutti a disposizione – osserva l’allenatore -. Khedira sta bene», e potrebbe partire titolare, e «Lichtsteiner pure, anche se in Champions era al rientro e ha speso tanto». In difesa Barzagli potrebbe dare un turno di riposo a Chiellini, mentre a sinistra il ballottaggio è tra Evra e Alex Sandro, con quest’ultimo favorito sul primo. La composizione dell’attacco dipenderà dal modulo scelto. In caso di 4-3-1-2, ci sarà ancora Hernanes alle spalle di Morata e Dybala, l’uomo più in forma del reparto. «Da quando è qui è cresciuto molto, sia dal punto di vista tecnico che fisico. È un giocatore più maturo, ha grande capacità di miglioramento». Con il 4-3-3, invece, accanto a Morata e Dybala ci sarebbe Cuadrado, con Manduzukic in panchina. «Pretendo molto da tutti, da lui ancora di più – dice dell’attaccante croato – per la sua forza fisica, la sua tecnica e la sua caratura internazionale». Un ‘buffetto’ anche a Morata – «gli ho comprato dei calzini, quindi domani non li sbaglierà» -, il tecnico non commenta le voci sul possibile approdo dell’ex Pirlo all’Inter. «Non sono cose che mi riguardano – taglia corto -. Ci avviciniamo al mercato di gennaio e vengono fuori tante voci. Noi abbiamo altre cose a cui pensare». Una battuta sul mercato, anche se implicitamente, Allegri però la fa ed è per allontanare le tante pretendenti da Rugani, giocatore fino ad ora poco utilizzato ma tenuto in grande considerazione dall’allenatore. «È il futuro della Juventus – dice del giovane difensore – deve solo continuare ad allenarsi come sta facendo».

Ti potrebbero interessare anche:

Incredibile, il Milan le prende dal Sassuolo. E il baby Berardi ne fa quattro al Diavolo
CALCIOMERCATO/ Romagnoli al Milan si fa, Balotelli niente Dubai
Garcia, con il Bate sarà derby, non si gioca. Si vince
EUROPA LEAGUE/ Pari della Lazio con il St.Etienne
Milan, fine della favola Mister Bee
La Fiorentina ferma il Napoli e la Juve è a +3



wordpress stat