| categoria: politica

EDITORIA/ Cinque giorni di sciopero al Velino

«È il primo di cinque giorni di sciopero consecutivi, all’interno di un pacchetto di dieci assegnato dall’Assemblea de Il Velino al Comitato di Redazione. È il primo segnale netto di contrapposizione con l’editore Simoni. Siamo a meno di due mesi dalla dead line per capire se Il Velino rispetterà le nuove regole per la agenzie previste dalla Presidenza del Consiglio ma l’unico segnale che arriva dall’azienda è quello di riscrivere i turni, la sera per la mattina, e di articolare la cassa integrazione come se fosse una fisarmonica, colpendo di più alcuni piuttosto che altri, senza alcuna logica industriale e produttiva che non sia la ritorsione nei confronti di redattori e Cdr, riscrivendo a proprio uso e consumo l’impatto previsto dall’allegato D con cui si apriva la procedura di crisi aziendale. Stampa Romana sostiene tutte le iniziative messe in campo dai colleghi, anche sul piano legale, e invita tutte le parti in commedia a non sprecare energie ma a darsi da fare sull’unico fronte reale aperto: la sopravvivenza de Il Velino e i posti di lavoro di 26 colleghi». Lo afferma in una nota Lazzaro Pappagallo, segretario Stampa Romana.

Ti potrebbero interessare anche:

Carceri: Cancellieri, piu' sgravi alle aziende se assumono detenuti
Spaccatura Pd-Pdl sui finanziamenti ai partiti, slitta l'aula
Sel a congresso tra Che Guevara, Mandela e Renzi
Province, eletto il presidente dell'Upi. E' Achille Variati
M5s, assemblea dei deputati "silura" il capo della comunicazione
Renzi in Nevada inaugura centrale Enel. Italia e Usa possono collaborare su energia



wordpress stat