banner speciale sanremo 2020
| categoria: sanità Lazio

LA DENUNCIA/ Forlanini, degrado senza precedenti. Ma la Regione è distratta

“Le strutture dell’ex ospedale Forlanini sono in un degrado senza precedenti ed oggi, al di là degli annunci del presidente Zingaretti non si è vista neanche l’ombra di un progetto per il futuro della struttura. Altro che bando delle idee che sarebbe dovuto partire a settembre. La notte scorsa mi sono recato all’interno del Forlanini per accertare personalmente le condizioni del plesso. Ebbene, è stato come vivere un incubo: un patrimonio di tutti lasciato alla mercè di nomadi, clochard, tossicodipendenti, immigrati clandestini, nonché prostitute che esercitano nei dintorni della camera mortuaria. La questione del recupero dell’ex nosocomio deve essere affrontata quanto prima dal prefetto di Roma che, anziché gironzolare per i municipi e rendere invivibile lo stadio Olimpico, dovrebbe pensare a garantire la sicurezza ed il decoro di un edificio carico di storia e con delle potenzialità socio sanitarie incalcolabili per il quartiere. In queste condizioni ogni giorno è un giorno perso per dare servizi utili ai cittadini”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio.

“Abbiamo fatto un calcolo del risparmio che si otterrebbe spostando al Forlanini alcuni uffici regionali, come la sede di via del Giorgione, via del Tintoretto e via del Serafico, oltre che la Asl Roma D e la sede del Municipio XII, e la lista è ancora lunga. Solo in questo modo si risparmierebbero circa 30 milioni euro. Già a giugno scorso presentai un esposto alla Procura della Repubblica ed alla Corte dei Conti, riguardante la gestione dell’ex complesso del Forlanini. Non mi sono mai fermato e continuerò a chiedere che il complesso sia destinato al quartiere per servizi socio sanitari utili ed efficienti proteggendolo dalla speculazione e dal degrado e facendo risparmiare milioni di euro ai contribuenti più tartassati d’Italia” conclude Santori. Roma 10 novembre 2015

Ti potrebbero interessare anche:

Miracolo Alessio: ora il Pronto Soccorso dell'Umberto I è a prova di blitz
Scongiurati licenziamenti dei 45 lavoratori della Coopservice
Una commissione di 45 esperti per la sanità del Lazio
Bimbo morto in ambulanza, c'è l'ipotesi dello strozzamento dell'intestino
FROSINONE/ Quando un paziente della Rems finisce in ospedale. A chi le responsabilità?
Ferentino, ragazzi autistici “respinti”: Regione Lazio valuta la sospensione dell’accreditamento



wordpress stat