| categoria: sport

SAMPDORIA/ Zenga in bilico? Lui parte per Dubai

Che siano già stati scritti i titoli di coda per il film che ha avuto protagonista Walter Zenga alla Samp ancora non è dato ufficialmente di sapere. Ma che il tecnico sia a rischio esonero, dopo la figuraccia blucerchiata rimediata ieri sera al Ferraris contro una grande Fiorentina, sembra certo. Dal vertice romano tra il presidente Massimo Ferrero, l’avvocato Antonio Romei e il ds Carlo Osti poco e nulla trapela se non che la società sembra essere particolarmente irritata dalla fulminea partenza di Zenga per il Dubai dove si trova la sua famiglia: se esonero sarà, vista l’assenza del protagonista, sarà difficile che possa esser ufficializzato per mail. Sono ore calde per la società genovese. Per l’ex portiere dell’Inter, invece, non è successo niente di che: «il viaggio era stato concordato con la società» ha fatto sapere mister Z. che ha respinto al mittente tutte le ipotesi sollevate nel pomeriggio dai siti specializzati sull’equazione partitaccia = viaggio = esonero. Tra Zenga e il pubblico blucerchiato non è mai nato il feeling, forse per il passo falso nei preliminari di Europa League e quei quattro gol presi in casa dal modesto Vojvodina o forse perché dopo Mihajlovic i tifosi s’aspettavano qualche blasone in più. Fatto sta che ieri sera i fischi che hanno accolto Zenga all’inizio della partita sono stati nulla confronto a quelli che il tecnico s’è beccato alla fine della gara. E nel tunnel che porta dalla tribuna agli spogliatoi si narra che un arrabbiatissimo presidente sia stato accolto dal coro «mandalo via, Ferrero mandalo via». A chi eccepisce che la Samp, a 16 punti, non se la passa poi male, le cifre obiettano il contrario: è vero che la classifica resta ancora discreta, ma due punti nelle ultime tre giornate e la sola vittoria negli ultimi sette turni qualche domanda la scatenano. E il clima peggiora sempre più. Tanto che c’è chi attribuisce la frase di Cassano sussurrata a Pepito Rossi nelle more di Samp-Fiorentina («Come sto? Ti devo dire la verità? Una merda») a mancanza di serenità in casa Samp. Molte delle domande che circolano in queste ore potrebbero esser risolte dal ritorno sulla panchina blucerchiata di Delneri, il cui nome viene fatto con insistenza assieme a quello di Montella, costosissima ossessione di Ferrero, e di Corini, le cui quotazioni sono però in ribasso.

Ti potrebbero interessare anche:

CALCIO/Cori razzisti, il giudice sportivo chiude la curva dell'Inter
WIMBLEDON/ Il solito Fognini, litiga con tutti ma vince
Milan-Bee a piccoli passi, approfondimenti sulla cordata
Coppa Italia, Juve Milan 2-1, gol Dybala, Pjanic e Bacca
L'ITALIA GIOVANE BATTE ALBANIA,TESTA A TESTA CON SPAGNA
Bologna Napoli 0-3, azzurri a punteggio pieno



wordpress stat