| categoria: Dall'interno

METEO/ Torna l’estate al Nord, in Piemonte 27 gradi

Caldo come d’estate in Piemonte, con il termometro a 27 gradi in pianura ed oltre i 20 in montagna. Da giorni regna un anticiclone che ha fatto impennare le temperature e lo smog nelle città ed allontanato piogge e nevicate. Ed è scattato l’allarme incendi boschivi: i primi roghi sono divampati tra ieri ed oggi e la Protezione civile ha dichiarato lo stato di «massima pericolosità» in tutta la regione. Da domani sono previste sanzioni penali ed amministrative, anche per chi provoca i roghi colposi. Novembre passerà quindi alla storia, in Piemonte ma anche in altre regioni del nord, con nuovi record di alte temperature e scarsità di neve, un’altra situazione ‘anomala’ legata ai cambiamenti climatici. Il primo parziale report di Arpa (Agenzia regionale di protezione ambientale) certifica i primati della prima decade del mese: il 40% delle centraline meteo dislocate in Piemonte han registrato valori da primato, 5-6 gradi in più rispetto alla serie storica, addirittura 7-8 nel Piemonte settentrionale. Il caldo ha raggiunto picchi insoliti per il periodo soprattutto in montagna: nella borgata di Oulx, in valle di Susa, sono stati toccati i 24.4 gradi; il termometro è salito sopra lo zero (+0.8) addirittura ai 4.500 metri della Capanna Margherita, il ‘rifugio più alto d’Europa’ nel gruppo del Monte Rosa. La neve caduta ad ottobre si è rapidamente sciolta e tra gli operatori turistici c’è già apprensione, a meno di un mese dall’apertura ufficiale della stagione invernale. Lo zero termico è salito fino a 4.400 metri, una quota da piena estate. Il caldo anomalo, creato dall’aria di matrice afro-mediterranea, proseguirà anche nei prossimi giorni in montagna, mentre le temperature cominceranno a scendere in pianura per effetto delle nebbie ed aumenterà l’escursione termica tra il giorno e la notte. E la visibilità potrebbe essere molto scarsa in alcune zone del Piemonte. Sul fronte degli incendi boschivi, oggi sono state decine di uomini e donne del Corpo Forestale e volontari Aib, e sono stati utilizzati anche elicotteri regionali e due aerei Canadair, in volo nel Cuneese per spegnere il rogo più esteso che ha devastato una pineta ad Aisone e Demonte, in valle Stura (Cuneo). Altri incendi nelle valli Monregalesi (Cuneo) e nella provincia di Torino, nelle Valli di Lanzo e nel Canavese.

Ti potrebbero interessare anche:

Napoli, sorella di un boss uccisa a colpi d'arma da fuoco a Ponticelli
LECCE/ La Dia sequestra beni per 14 milioni ad un autodemolitore
Palermo, blitz antimafia della Dia: 38 arresti. La donna del boss a capo della cosca
SEDICENNE SUICIDA,GIUDICE "SGRIDA" I DOCENTI
MILANO DROGA/ TRA CLIENTI MODELLE,EX CONCORRENTI GF E LOCALI MOVIDA
CADE DA SCALA MOBILE METRO, MORTO STUDENTE A TORINO



wordpress stat