| categoria: In breve, Senza categoria

DOPING/ Cinque atleti positivi si 834 controllati nei primi mesi del 2015

Agenti anabolizzanti, diuretici, eritropoietina e cocaina sono le sostanze dopanti assunte da 5 degli 834 atleti italiani controllati nei primi sei mesi del 2015. A fornire il bilancio del primo semestre del 2015 è la Commissione, ora Sezione, per la Vigilanza ed il controllo sul Doping e per la tutela della salute nelle attività sportive (Cvd) del comitato Tecnico Sanitario, istituita presso il Ministero della Salute. La Commissione ha programmato controlli antidoping su 47 manifestazioni sportive: in queste, 44 controlli (93,6%) si sono svolti regolarmente, mentre in 3 (6,4%) non sono stati portati a termine. Ebbene, degli 834 atleti controllati, 5 (il 2,4% degli atleti sottoposti a controllo) sono risultati positivi ai test antidoping. Tutti gli atleti risultati positivi sono uomini. «Da segnalare il caso di 3 atleti con un profilo steroideo atipico (rapporto T/E maggiore di 4) ma con Irms negativo», si legge nel rapporto. I controlli hanno riguardato sia le manifestazioni delle Federazioni sportive nazionali e delle Discipline sportive associate, che quelle degli Enti di promozione sportiva. Nel corso di questi eventi, in particolare, sono stati sottoposti a controllo antidoping 208 atleti, di cui 137 maschi (65,9%) e 71 femmine (34,1%). Considerati «i risultati relativi alle positività emerse nell’anno precedente», la Sezione ha mantenuto alta la sua attenzione su manifestazioni relative al ciclismo (22,7% degli eventi controllati), sebbene gli eventi sportivi più controllati nel primo semestre 2015 siano gare di baseball e softball (25%); a seguire, il calcio (18,2%) e il nuoto (6,8%). I casi di positività sono stati rilevati in atleti che praticano ciclismo, ma anche softball e baseball, riferisce il report. Prendendo in esame l’età, emerge infine che l’80% degli atleti positivi ha più di 39 anni.

Ti potrebbero interessare anche:

Giornalista "sequestrato", si dimette il vice presidente della Confindustria di Monza
Dall'Oglio, contatti per la liberazione. Ma nessuna certezza
Yemen, gli Usa ritirano truppe e staff diplomatico
Una "parentopoli" al Porto di Civitavecchia, si riaccende il caso
Agenzia Entrate verso il cambio, a Orlandi un nuovo incarico
Nasce una associazione per difendere la figura del medico legale



wordpress stat