| categoria: attualità

La strage di Parigi, caccia a una Seat nera nel Torinese guidata da un sospettato

La polizia stradale ha diramato le ricerche «a tutte le pattuglie in servizio sulle autostrade del Piemonte e sulla tangenziale di Torino» di una Seat Ibiza nera. A bordo un ragazzo francese di 32 anni, Baptiste Burgy. Le autorità francesi sospettano possa essere uno dei terroristi che hanno agito a Parigi l’altra notte.
Il sospettato, secondo quanto appreso, sarebbe entrato ieri in Italia passando dalla frontiera di Ventimiglia.

La nota segue quella della notte scorsa: «Si prega di voler ricercare una autovettura Seat modello sconosciuto di colore nero, targa GUT 18053 con probabile ingresso a Ventimiglia. Possibile collegamento con gli attentati in Francia». È la nota che il servizio di cooperazione internazionale di polizia ha inviato a tutti gli uffici competenti italiani.

La nota, secondo quanto si apprende, sarebbe stata inviata nella mattinata di sabato. Al momento, viene spiegato da fonti qualificate, non c’è in ogni caso alcuna certezza che l’auto sia effettivamente entrata in Italia. La Seat è stata segnalata a tutte le polizie dei paesi confinanti con la Francia: in un documento del centro di cooperazione di polizia della dogana di Hendaye, al confine tra la Francia e la Spagna si segnala alle autorità spagnole la necessità di ricercare «un veicolo sospetto che è stato visto nel circondario vicino ai luoghi dove sono stati commessi gli attentati di Parigi». Si tratta appunto della Seat. Nel documento si segnala inoltre che a bordo dell’auto c’erano tre persone e che la targa, la stessa indicata dalle autorità italiane, è incompleta.

Ti potrebbero interessare anche:

Arriva Eva, prima perturbazione del 2013: freddo e neve dalla Siberia
Welfare, cuochi a domicilio per aiutare gli anziani soli. Milano ci prova
Scuola: concorso prof, lunedi' al via prove scritte
GRECIA/ Merkel: «Se fallisce l'euro fallisce l'Europa, trovare un compromesso»
"Caso Unesco-Israele inaccettabile", l'Italia alza la voce
OK UE SU CONTI 2017, PER 2019 SERVONO 10 MLD INTERVENTI



wordpress stat