| categoria: Dall'interno

Palermo e Ragusa, due studenti muoiono gettandosi nel vuoto

Due studenti sono morti oggi in Sicilia in circostanze analoghe, in quello che sembra un doppio suicidio. Il primo è morto all’università di Palermo, dopo un volo dal settimo piano, mentre il secondo è deceduto a Ragusa, gettandosi dal secondo piano della sua scuola.

Nel capoluogo la tragedia ha visto protagonista un giovane di 19 anni, iscritto al primo anno del corso di Mediazione linguistica. Il ragazzo, morto sul colpo, sarebbe caduto dal settimo piano finendo sul terrazzo del primo piano dell’edificio. Secondo alcuni studenti, la finestra dalla quale si sarebbe gettato è la stessa da cui, il 13 settembre 2010, si suicidò Norman Zarcone, dottorando di 27 anni. Sulla morte indagano i carabinieri, e l’ipotesi più accreditata è quella di suicidio anche se non è stato trovato alcun biglietto o messaggio.

Aveva diciannove anni anche lo studente morto al Liceo di Vittoria, nel ragusano. Il giovane, per cause in corso di accertamento, si sarebbe lanciato dal secondo piano riportando gravissime ferite. Trasportato d’urgenza in ospedale, è deceduto poco dopo. Sul posto sono giunti i carabinieri ed il magistrato, dopo l’ispezione ha disposto la restituzione della salma ai familiari per le esequie.

Ti potrebbero interessare anche:

SCIOPERI/ Rischio venerdì nero per i trasporti
Milano, il tribunale blocca 'Uber Pop' in tutta Italia: "Concorrenza sleale"
CAIVANO/ Violentata e gettata dal balcone: arrestato il vicino di casa della piccola Fortuna
Salone del Libro di Torino, quattro arresti per turbativa d'asta
Milano, scene da far west in stazione Centrale: rissa tra migranti
Siccità, in secca le sorgenti del Po



wordpress stat