| categoria: sanità Lazio

Fusione Asl capitoline, la legge in commissione. Dead line 31 dicembre. Poi la scelta dei manager

Entra nel vivo il lavoro della Commissione regionale ‘Politiche Sociali e Salute’, presieduta da Rodolfo Lena, in merito al provvedimento che ridisegnerà l’assetto delle Asl capitoline. La proposta di legge, approvata della Giunta lo scorso 17 settembre, è incardinata ed è stata sottoposta a una prima fase di discussione in cui sono emerse richieste di chiarimenti e proposte, da esaminare nelle prossime settimane. I tempi però sono abbastanza stretti, in quanto la riforma dovrà approdare in Consiglio, dove sono prevedibili numerosi emendamenti, per poi essere votata entro il 31 dicembre. Nel frattempo l’aula deve definire anche l’iter relativo alla proposta regionale d’adeguamento della legislazione ai dettami della cosiddetta legge Delrio.

In parallelo continuano a rincorrersi le ipotesi riguardanti i nomi dei manager che dirigeranno le nuove Asl. La fusione tra RmA e RmE è già stata affidata alla guida di Angelo Tanese, mentre resta da definire chi gestirà quella tra RmB e RmC. In un primo momento il nome più caldo sembrava quello di Vincenzo Panella, attuale Dg della RmD, ma l’opzione non ha preso forma. Ora in pole position si posiziona Flori Degrassi, che sino a fine anno sarà a capo della direzione ‘‘Salute ed integrazione socio-sanitaria’. A partire dal 2016 la struttura cambierà la propria denominazione in ‘‘Politiche sociali, autonomie, sicurezza e sport’ e sarà affidata a un nuovo dirigente per il quale sono già state avviate le procedure di individuazione. Da riempire anche la casella dell’Asl RmG: il Dg, Giuseppe Caroli, dal 1° novembre ha assunto l’incarico di Commissario straordinario presso l’Ospedale Sant’Andrea di Roma.

Ti potrebbero interessare anche:

Zinga spaccia come nuova una casa della salute a Roma che già c'è ma che non funziona. Dov'è il tru...
IL PUNTO/ Esplode la questione sanità, opposizioni all'attacco: sciogliamo la commissione
Ares 118, il mistero delle auto mediche
San Camillo, salta tutto, via i vertici aziendali. Resta il direttore generale
G-START, progetto della Asl Roma 5 per richiedenti asilo e Titolari di protezione(RTPI)
ASL VITERBO/ Combattere lo stress con le arti marziali



wordpress stat