| categoria: gusto

Longarone, la famiglia romana Fassi premiata come «Mastri gelatieri 2015»

La famiglia Fassi, romana da 5 generazioni, si è aggiudicata il riconoscimento «Mastri gelatieri 2015» giunto alla ventesima edizione. Il premio è attribuito da Longarone Fiere Dolomiti per segnalare al mondo del gelato artigianale personaggi o famiglie che abbiano dato un apporto concreto alla promozione e alla valorizzazione del gelato artigianale italiano, dando prova di indubbie capacità imprenditoriali ed elevate qualità professionali. Il riconoscimento è stato consegnato oggi, in occasione dell’inaugurazione dell’edizione n. 56 della Mostra Internazionale del Gelato Artigianale. Lo hanno ritirato Leonida Fassi, Presidente onorario dell’Accademia della Gelateria Italiana, e il nipote Andrea Fassi, oggi ad del Palazzo del Freddo di Giovanni Fassi. La storia dell’impresa artigianale della famiglia Fassi iniziò quando il piemontese Giacomo Fassi e la moglie siciliana Giuseppina si stabiliscono a Roma nel 1880 attivando un punto vendita di birra e ghiaccio. Sarà però il figlio Giovanni a dare ufficialmente inizio ad una tradizione secolare legata al gelato aprendo nel 1902 in Piazza Navona (allora Piazza dell’Agonale) un esercizio di caffetteria-pasticceria-gelateria e sarà sempre Giovanni nel 1928 a inaugurare nel Rione Esquilino la prima azienda adibita esclusivamente alla produzione e vendita del gelato artigianale, il «Palazzo del Freddo». «Sono orgoglioso che la Fiera ci abbia attribuito questo riconoscimento – ha detto Andrea Fassi – perchè, nonostante l’acquisizione del Palazzo del Freddo da parte di una azienda coreana, non è cambiato nulla nella gestione della produzione che è rimasta alla nostra famiglia, romana da 5 generazioni ma con un’anima che unisce il Piemonte alla Sicilia, vista l’origine dei miei trisavoli».

Ti potrebbero interessare anche:

Tartufo bianco d'Alba, dal 12 ottobre torna la fiera
Cibo: con Alce Nero e chef Salvini alla scoperta delle eccellenze dell'orto
Il 6 novembre a Paganico Sabino torna la 'Castagnata'
Festa dell’Associazione Nazionale Donne del Vino a Pitignano
Federcoopesca, acquacoltura business che vale 400 mln
Friuli lancia allarme, giù le mani dalla Ribolla



wordpress stat