| categoria: sanità Lazio

L’equivoco delle ambulanze per il Giubileo

La Regione Lazio opportunamente comunica, i media assumono acriticamente. Una mezza notizia – taroccata – già diffusa non meno di tre volte in queste settimane e una della quale si può dire perlomeno che è mal posta. Riceviamo e pubblichiamo. E commentiamo
Quaranta nuove ambulanze e 10 automediche in servizio dal 1° dicembre grazie al contratto stipulato con Ares 118. Tutti i mezzi sono equipaggiati secondo i più alti standard tecnologici per fornire un miglior servizio di assistenza medica a cittadini, pellegrini e turisti e rinforzare così la Rete dell’emergenza nella Regione in occasione del Giubileo. Grazie ad un finanziamento di 3,5 milioni di euro nei prossimi mesi la Regione Lazio rinnoverà ulteriormente il proprio parco mezzi con 86 nuove ambulanze. La gara per l’acquisto dei nuovi mezzi è stata deliberata da ARES 118 lo scorso 11 novembre dopo il via libera dall’Anac, Autorità nazionale anticorruzione. Il servizio dell’Ares 118 in occasione del Giubileo sarà rinforzato grazie all’aiuto e al servizio dei volontari formati dalla Regione Lazio per l’accoglienza e l’assistenza medica dei pellegrini e dei turisti.”Ci siamo preparati per essere pronti ad affrontare l’anno giubilare, che porterà problemi ma anche tante opportunità- lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti, che ha aggiunto: da martedì arriveranno le prime 40 autoambulanze e 10 auto mediche, che sono state date in uso ad Ares 118 dalla società Earth Life, vincitrice della gara d’appalto. Questo è uno snodo fondamentale per ciò che avviene nella sanità dell’intera regione, soprattutto nell’Anno Santo”- ha detto ancora Zingaretti.
Ricostruiamo e cerchiamo di dare una chiave di lettura. Earth Life ha vinto la famosa gara d’appalto lanciata dopo il mancato rinnovo della convenzione con la Croce Rossa. Un vicenda confusa, che è rimasta bloccata per più di un anno che solo una sentenza del Tar e una serrata trattativa hanno portato fuori dalle sabbie mobili. Ora un nuovo soggetto subentra a uomini e mezzi della Cri: a rigor di logica non ci sono 40 ambulanze in più, perché è lecito pensare che quelle della Croce Rossa non ci siano più. Secondo punto. Da più di un anno l’Ares sollecita l’acquisto di almeno quaranta nuove ambulanze per sostituire un parco macchine a pezzi. Ora Zingaretti parla della gara per 86 nuovi mezzi, che arriveranno presumibilmente tra alcuni mesi e che in parte sostituiranno quelli da destinare agli sfasciacarrozze. Tirando le somme (se sbagliamo chiediamo di essere corretti) cominciamo il giubileo con lo stesso numero di ambulanze di sempre (quindi poche) e presumibilmente in primavera ne avremo una quarantina in più.

Ti potrebbero interessare anche:

SANITA'/Agostini (Pd): “Cosa succede al Centro contro il cancro alla mammella di Palazzo Baleani?”
La medicina difensiva pesa sui conti regionali per 1,3 miliardi
SVOLTA/ Una donna, Mariella Enoc alla guida del Bambino Gesù
VITERBO/ Deficit milionario a Villa Rosa: in mobilità 75 lavoratori su 171
OSTIA/Pazienti ammassati come bestie e barelle ovunque all'ospedale Grassi (Video)
Sembrava destinato all'oblio, rinasce il San Filippo Neri



wordpress stat