| categoria: turismo

La città s’illumina a festa: “Venezia torna a essere centro del mondo”

Natale diffuso, secondo l’ottica “metropolitana” tanto cara all’amministrazione Brugnaro. E allora festa sia, sulle isole come sulla terraferma, per quasi due mesi fra luci, tradizioni e iniziative di ogni genere. Da Malamocco a Trivignano, da piazza San Marco a piazza Ferretto. “Vogliamo riproporre la magia del Natale, inducendo a guardarla con gli occhi dei bambini”, è l’annuncio di Paola Mar, assessore al Turismo, che insieme al sindaco e all’assessore alle Attività produttive, Francesca Guzzon, mercoledì ha presentato il programma delle festività. Insomma, il Natale a Venezia si preannuncia speciale, con dieci chilometri di luminarie, venticinque alberi di Natale sparsi in tutta la città, 14 mercatini. E poi gondole a Mestre, nel Canal Salso, spettacoli di Capodanno al padiglione Aquae e all’Arsenale, proiezioni di poesie sugli edifici, sia a Mestre che in area marciana. Dal 4 dicembre al 6 gennaio, ma le luminarie rimarranno fino al 9 febbraio, saldandosi così con il periodo di Carnevale. Un’iniziativa che vuole essere anche un trampolino di lancio in vista del 2016 anche per i commercianti: avranno la possibilità di ottenere gratuitamente un piccolo plateatico di fronte al proprio negozio per esporre la propria merce (oltre che magari un piccolo albero). In quest’ottica le bancarelle in piazza Ferretto non ci saranno: “E’ il salotto della città – ha dichiarato il sindaco Brugnaro – quindi servono iniziative e prodotti all’altezza. Il resto ci sarà, ma da un’altra parte”.

Ti potrebbero interessare anche:

Gallipoli, è già sapore d'estate
Vacanza nella neve a Maranza-Valles
Ad Alcara li Fusi torna festa del Muzzuni
Pompei, riapre la Casa dei Vettii
TURISMO/ Gli alberghi dell'Umbria offrono 250 camere gratis la notte del 5 gennaio
Ad Amalfi conto alla rovescia per il capodanno bizantino



wordpress stat