| categoria: attualità

Marocchino pugnala la moglie perché si rifiutava di portare il velo

Pugnalata dal marito perche’ si rifiutava di mettere il velo. Il tragico fatto e’ maturato all’interno di una coppia marocchina sposata dal 1988, 50 anni lei, 59 lui, tre figli, e abitanti a Mozzo. Lui aveva un carattere difficile ma per un po’ non ci sono stati problemi, cominciati, pero’, quando lui ha iniziato a frequentare piu’ spesso la moschea. L’uomo ha pretendere che la moglie portasse il velo, che lei, credente ma non praticante, rifiutava. Se la coppia incrociava una donna velata lui pretendeva che la moglie la salutasse anche se non la conosceva, mentre se incontrvano degli amici diceva di vergognarsi perche’ lei non portava il velo. Poi aveva da ridire se salutava qualcuno con un bacio sulla guancia, e voleva che la domenica preparasse da mangiare per gli uomini della moschea, e lei si rifiutava. Il clima si e’ fatto sempre pu’ pesante. Una volta, quando ha sgozzato una pecora e la figlia l’ha filmato, lui le ha detto: “La prossima sara’ tua mamma”. Alla fine la donna ha annunciato che avrebbe chiesto il divorzio, questo ha fatto infuriare il marito. Una mattina mentre lei si preparava per andare al lavoro lui ha preteso che facessero sesso. Lei si e’ rifiutata perche’ aveva fretta e lui l’ha accoltellata, alla schiena sfiorandole un polmone, alla pancia e al petto. Ora l’uomo dovrà vedersela con l’accusa di tentato omicidio.

Ti potrebbero interessare anche:

Monti: primo atto da premier sarà la riforma della legge elettorale
Crisi: crescita lenta dei salari, ai minimi dal 1983
PROFILO/ "Pigro e solare" l'addio su Facebook al capitano italiano ucciso in Afghanistan
Mali, attacco jihadista a resort di occidentali: 2 morti, liberati 32 ostaggi
CROLLO PONTE: TOSCANI, SCIACALLAGGIO SUI BENETTON
Andrea Camilleri, arresto cardiaco: è in rianimazione



wordpress stat