| categoria: esteri, Senza categoria

AMNESTY/ Dodicimila rifugiati abbandonati al confine siro-giordano

Da quando, nel luglio 2014, è aumentato il flusso dei rifugiati nella «terra di nessuno», le autorità giordane hanno ristretto l’accesso alle organizzazioni internazionali. Tuttavia, le prove raccolte da Amnesty International hanno portato alla conclusione che i rifugiati stanno affrontando condizioni estreme, con le temperature invernali intorno allo zero e limitate forniture di cibo, acqua potabile, coperte e medicinali da parte delle agenzie internazionali per l’aiuto umanitario. Warde, una donna intorno ai 60 anni, ha potuto entrare in Giordania nel luglio 2015 solo quando una guardia di frontiera ha provato pena per lei. È rimasta per un mese nella ‘terra di nessuno’ insieme a 2000 persone: «Stavamo in mezzo alla sporcizia. Era terribile. Abbiamo piantato da soli le tende, fatte di coperte cucite insieme, per ripararci dal sole e dal vento. Donne e bambini sono morti e abbiamo dovuto seppellirli lì. Altri hanno deciso di tornare in Siria. Quando ho detto a un soldato giordano che ero una donna anziana e avrei rischiato di morire lì, ha indicato una pala e mi ha detto di scavarmi la fossa». L’aumento dei flussi di siriani verso il confine giordano è dovuto all’aumento degli scontri in Siria e alla decisione di Turchia e Libano – gli altri due paesi che ospitano un considerevole numero di rifugiati – di chiudere di fatto i loro confini. «È evidente che la Giordania e altri paesi della regione sono sotto una pressione incredibile. Ma le autorità giordane non possono rimanere a guardare mentre migliaia di rifugiati disperati cercano di sopravvivere al gelo con scarsa disponibilità di cibo, acqua potabile, vestiti pesanti e ripari», ha sottolineato Elsayed-Ali.

Ti potrebbero interessare anche:

Scoperta una molecola efficace contro gli attacchi di asma
Cassazione: Movimento Cinque Stelle primo partito alla Camera per 45mila voti
Grillo in vacanza in sardegna scatena il web
Russia: la sospensione della collaborazione Nato riporta alla Guerra fredda
Denunciati 36 piloti, truffa allo stato per 7,5milioni di euro
Francia, arrestati sei presunti jihadisti



wordpress stat