| categoria: esteri

Migranti: strage silenziosa, 700 bimbi morti in mare

“Continua una strage silenziosa nel Mediterraneo, con i morti che sono più che raddoppiati nel 2015 rispetto al 2014: da 1600 a oltre 3200. Continuano le morti di bambini, dimenticate: oltre 700 dall’inizio dell’anno”, denuncia oggi il Direttore Generale della Fondazione Migrantes, Mons. Gian Carlo Perego. Anche oggi si registra l’ennesima tragedia nel Mar Egeo, davanti alle coste della Turchia: un barcone carico di migranti è affondato vicino all’isola greca di Farmakonissi provocando la morte di almeno 11 persone, tra cui 5 bambini. I dispersi sono 13. A bordo dell’imbarcazione, ha detto la Guardia Costiera, c’erano circa 50 persone, 26 sono state salvate.

Bozza Ue, assicurare registrazione migranti – Istituzioni Ue e Stati “devono correggere le lacune nel funzionamento degli hotspot, incluso stabilire le necessarie capacità ricettive per raggiungere gli obiettivi, e concordare rapidamente un preciso calendario affinché anche altri hotspot diventino operativi”. Così la bozza di conclusioni del vertice Ue del 17 e 18 dicembre. “Nonostante il duro lavoro degli ultimi mesi il livello di attuazione di alcune decisioni” per affrontare la crisi migratoria “è insufficiente”. Così la bozza di conclusioni del vertice Ue del 17 e 18 dicembre, in cui si individuano 7 punti, da hotspot a registrazioni, su cui occorre insistere. “Schengen è sotto seria pressione”, si legge.

Ti potrebbero interessare anche:

Xi Jinping sbarca in Europa, in Francia la prima tappa
Donald Trump, ancora polemiche: caccia da una conferenza stampa un giornalista messicano
Tensione Russia-Turchia: Medvedev firma le maxi sanzioni contro Instanbul
Russia, partono le privatizzazioni. Ma il Cremlino alza il muro
Arrestato a Dubai l'inviato di Giletti
SVOLTA IN CANADA, LEGALIZZA MARIJUANA A USO RICREATIVO



wordpress stat